Passa ai contenuti principali

MR T IL MUTANDARO

È un fatto inopinabile: ho preso un paio di chili, che ho messo tutti in …beh, diciamola così, il 2012 mi ha portato qualcosa mai avuto prima: il seno prosperoso.
Già, perché anche se paffutella, non ho mai avuto un decolletè da urlo. Dalla disperazione di diciassettenne con la prima scarsa, siamo arrivati a una terza misura, ma mai oltre. Più che un davanzale rigoglioso, due onesti gerani. 
Ma ora…che abundansa! Fuoriescono quasi dai miei reggipetti, che  a dire la verità, hanno tutti l’elastico svenuto. Beh, la crisi si sente nel mio cassetto dell’intimo: se avanzano dieci euro, sinceramente non li spendo per qualcosa che sta sotto gli abiti.
L’altra sera, accennavo a Mr T della mia necessità di fare un giretto in qualche outlet dell’intimo per un rifornimento di reggipetti in salute, quando il consorte mi s’illumina d’immenso. “Ho la soluzione per te! Seguimi!” E mi conduce in quell’angolo della casa ribattezzato “nelle terre selvagge”. La Mordor degli Acari. La Azkaban della polvere. Ossia l’angolo dove  Mr T deporta periodicamente feticci della sua gioventù di scapolo, da casa dei suoi alla nostra magione.
Estrae uno scatolone bianco con la scritta a pennarello”EBAY 2007”: e – tadaaan – ne emergono ritrovati quali…numero UN body di pizzo bianco interconnesso tra le (rade) zone di tessuto da stringhe. Numero TRE reggipetti della 5°/6°/7° misura in lycra fuxia e tulle nero con una cascata di merletti neri. Numero CINQUE perizomi a pois di vario colore e unica foggia (con aperture ‘strategiche’ sul davanti). Numero QUATTRO tanga leopardati di varia tonalità…e tanto tanto altro
(che su un blog onesto - quale il presente ha l’ambizione di mantenersi – non può esser neppure menzionato).
“Mr T, ho paura a chiederti perché tu abbia questa roba…”
“Mah, tempo fa l’avevo acquistata su eBay a 15 euro…sai, viene comoda per gli scherzi da addii al celibato…”
Lo guardo sperando di capire se per caso la crisi non abbia spinto lui a reinventarsi un mestiere (il più vecchio del mondo) che Marrazzo e Lapo Elkann hanno portato in auge anche per il sesso forte. E colgo, in uno sfavillio del suo sguardo, la profonda, temuta verità: quella roba lì, l’aveva comprata per me. Cosa contava di farci col reggipetto settima misura resta un mistero: a meno che gli capiti un contatto col Divino sul genere “Una Settimana da Dio”, non si può mica essere tanto ottimisti circa il mio balcone!
Alla fine ho salvato tre coulotte in pizzo e un reggipetto con cascatella in merletto: una cosa sobrissima che di sicuro non noterà nessuno sotto una maglietta, ma non ho resistito alla sua fiera espressione da “Sono il tuo Superman delle minne”. Mi sa che settimana prossima mi toccherà prendere il treno prima e andar di nascosto dal mutandaro del mercato…

Commenti

  1. ahhahaahhahaha noooo non ci posso credere!!! i tanga leopardati NO! e non voglio sapere cos'è quel "tanto altro" ahahahahahh eh sì, la visitina all'outlet ci sta tutta ;)

    RispondiElimina
  2. troppo divertente :D
    MagicamenteMe

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

COSSSS’EEEEEEH???! - STORIA DI UNA GRAVIDANZA INASPETTATA

i gruppi di whatsapp

A quanti gruppi di whatsapp siete iscritti?
Attualmente sono a quota 7. Un paio li ho pure mollati per strada.
Nella fattispecie erano i gruppi più 'psyco', quelli dove si annida lo stalker della qwerty che ti manda il massaggio pure per dirti che sta andando in bagno e la carta igienica è ruvida.
Il gruppo di whatsapp è specchio della vita sociale che fai.
C'è il gruppo "Camera cafè" (del caffè coi colleghi)
"I Kattivoni " (per sparlare dei colleghi che prendono il caffè)
"Domenica e festivi" (per la vita familiare)
"I Maledets" (quelli che bevono l'aperitivo tra colleghi ma NON invitano tutti)
"Gli allegri compari di Sherwood" (che l'aperitivo lo offrono proprio a tutti)
...e via dicendo.
Ci sono quelli che ti fanno scoprire le persone. Tipo il gruppo "La casa della prateria", creato coi vicini di casa: con quello, ho scoperto che sono finita ad abitare in una comune hippie.
Ci sono quelli di autoaiuto. …

Essenzialmente usare gli oli essenziali è essenziale

Son grasse soddisfazioni sapere che un proprio post genera domande perché significa che può essere utile a qualcuno.
Quindi scrivo questo post su come uso gli oli essenziali...ma sappiate che lo scrivo dal punto di vista della cavia umana e non del guru !   Quindi se qualche navigante avesse suggerimenti di altri utilizzi me li lasci nei commenti , può essere utile .
Partiamo dal presupposto che, avendo due gatti e una catapecchia della peggior specie (problemi di umidità ,  legno troppo stagionato ecc) quando vivevo a Inculonia ho cominciato a usare detersivi il più possibilenaturali e fai da te. In primo luogo mi spiaceva che i gatti potessero entrare in contatto con detersivi pericolosi semplicemente camminando sul pavimento bagnato .  Poi avevo letto su ALTROCONSUMO che -se si pulisce ogni giorno - aceto ,  Marsiglia e bicarbonato sostituiscono egregiamente i detersivi commerciali. Insomma, con la casa cadente pulire ogni giorno era il minimo ! e una volta fatta l'abitudine , …