Passa ai contenuti principali

L’angoscia matrimoniale torna nei miei sogni

Non bastava sognare cose angoscianti prima del mio matrimonio, eh no.
Adesso me le sogno ancora, a quasi due anni di distanza.

Ho sognato di trovarmi in una sala sotterranea presso la metropolitana di Garibaldi, una sala comunale dove c’erano matrimoni uno via l’altro.
Ho un bell’abito bianco che ho comprato su lightinthebox.it (questo qui, per altro è simile al mio abito da sposa ‘vero’), e attendo in fila che le altre due coppie si sposino. Riconosco la prima (la coppia che ci ha appena venduto la nostra nuova auto) e attendo con trepidazione la seconda…
Flash di fotografi e rullo di tamburi…sembra un servizio di moda…ma chi è? Da una passerella improvvisata esce Guernica (ndr l’amante del mio capo Roswell nella realtà), tutta avvolta in un abito da sposa nero e blu pavone con piume di pavone appese alla gonna (gasp!), e si dirige all’altare tra i flash.
Ed ecco, arriva lo sposo…malmesso, con mocassini sul piede nudo e maglioncino di cotone legato in vita (quel horreur!)…non posso credere ai miei occhi, ma è Roswell!
Mi volto verso Scrausygirl, che improvvisamente mi appare al fianco: “Ma sua moglie?...e i figli?!...” “che vuoi farci”, ribatte lei sconsolata, “dice che Guernica con il suo fidanzato non era abbastanza valorizzata e ha divorziato…”
Resto sconvolta, tanto che decido di non sposarmi più:  questa tristezza mi rimarrebbe nei ricordi guastandomi il ricordo del mio matrimonio.
Esco e prendo la metro, col mio bell’abito e il bouquet di ortensie blu.


E ovviamente mi sveglio…nonostante siano le sette di sabato mattina, non riesco più a prendere sonno.

E dire che non m’ero scofanata la peperonata la sera precedente…
L’unico felice è stato il Miciosauro, che vedendomi sveglia ha preteso di uscire al mattino presto a zompettare in giardino.

C’è qualche seguace di Freud che sa dirmi cosa significhi?

Commenti

  1. non so che significhi, ma strano lo è davvero...forse sta a significare che tu non ti vuoi immischiare con storie squallide e tristi

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

COSSSS’EEEEEEH???! - STORIA DI UNA GRAVIDANZA INASPETTATA

i gruppi di whatsapp

A quanti gruppi di whatsapp siete iscritti?
Attualmente sono a quota 7. Un paio li ho pure mollati per strada.
Nella fattispecie erano i gruppi più 'psyco', quelli dove si annida lo stalker della qwerty che ti manda il massaggio pure per dirti che sta andando in bagno e la carta igienica è ruvida.
Il gruppo di whatsapp è specchio della vita sociale che fai.
C'è il gruppo "Camera cafè" (del caffè coi colleghi)
"I Kattivoni " (per sparlare dei colleghi che prendono il caffè)
"Domenica e festivi" (per la vita familiare)
"I Maledets" (quelli che bevono l'aperitivo tra colleghi ma NON invitano tutti)
"Gli allegri compari di Sherwood" (che l'aperitivo lo offrono proprio a tutti)
...e via dicendo.
Ci sono quelli che ti fanno scoprire le persone. Tipo il gruppo "La casa della prateria", creato coi vicini di casa: con quello, ho scoperto che sono finita ad abitare in una comune hippie.
Ci sono quelli di autoaiuto. …

Essenzialmente usare gli oli essenziali è essenziale

Son grasse soddisfazioni sapere che un proprio post genera domande perché significa che può essere utile a qualcuno.
Quindi scrivo questo post su come uso gli oli essenziali...ma sappiate che lo scrivo dal punto di vista della cavia umana e non del guru !   Quindi se qualche navigante avesse suggerimenti di altri utilizzi me li lasci nei commenti , può essere utile .
Partiamo dal presupposto che, avendo due gatti e una catapecchia della peggior specie (problemi di umidità ,  legno troppo stagionato ecc) quando vivevo a Inculonia ho cominciato a usare detersivi il più possibilenaturali e fai da te. In primo luogo mi spiaceva che i gatti potessero entrare in contatto con detersivi pericolosi semplicemente camminando sul pavimento bagnato .  Poi avevo letto su ALTROCONSUMO che -se si pulisce ogni giorno - aceto ,  Marsiglia e bicarbonato sostituiscono egregiamente i detersivi commerciali. Insomma, con la casa cadente pulire ogni giorno era il minimo ! e una volta fatta l'abitudine , …