venerdì 1 giugno 2012

terremoto e follia

Anche da noi si è vagamente avvertito il terremoto. Tutto bene, ma l'inevitabile sensazione di shaker si fa più forte ai piani alti dove noi ci troviamo.
Siamo stati evacuati, e dopo mezz'ora siamo stati richiamati perchè "l'edificio era stato controllato e non presentava problemi". Controllato da chi? non è dato sapere, forse da noi abitano dei nani minatori nei sotterranei dell'archivio che sono esperti di stabilità degli edifici.
Ma la vera trovata è quella di emanare una procedura interna di emergenza, che sopra ogni cosa ci ammonisce a evitare atti irrazionali, che pregiudichino la sicurezza aziendale: questi ultimi saranno gravemente sanzionati.
Come a dire "non perdere la testa perchè se non ti fa male il terremoto, te ne facciamo noi, e tanto".
Roswell s'è alquanto preoccupato:
" E se mi capita mentre sono al bagno e mi tocca di fuggire coi pantaloni alle caviglie? La prenderanno come un atto irrazionale? sarò abbattuto da qualche scagnozzo della Sotis perchè pregiudico la sicurezza aziendale?"
...
Il punto è che Roswell spesso dimentica che per lavoro siamo sempre al telefono e qualcuno ci può sentire mentre diciamo queste cacchiate...come il povero disgraziato con cui ero al telefono, e che probabilmente si sta ancora riprendendo dalle sue grasse risate.

2 commenti:

  1. immagino che nella nota interna ci sia nell'ordine:
    prendere l'ascensore o salire al piano attico *-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. esatto, in piena coerenza con la logica dei tagli aziendali...DEPRESSION

      Elimina