Passa ai contenuti principali

SIAMO UN’IKEA FAMILY


Di recente per un corso lavorativo incentrato sui grandi marchi d’impresa, ho scoperto una razza che credo sia aliena: gli odiatori dell’Ikea.
Gente che…
“Compri una cucina Ikea solo perché non ti puoi permettere la Scavolini , ma nel giro di tre anni ti restano in mano le antine!” (roba che li porterei a visitare, invece che le grotte di Toirano, la cucina di mia sorella Osama, 12 anni di cucina Applad vissuti pericolosamente tra una casalinga alle prime armi e due nipoti esagitati…e ancora sembra nuova)
“Ti si sfonda il divano nel giro di un mese!”  (il mio vissutissimo divano Rorberg ti avvolge quando ti siedi…non so se è l’effetto sfondamento, ma di certo mi coccola!)
“Non parliamo poi del fatto che ad ogni angolo ti vendono c@zza@te!”
Ora. Io su questa cosa delle ‘cazzate Ikea’ m’indigno.
Perché, tutta questa gente può permettersi magari i soprammobili Kartell o gli accessori da cucina Alessi…ma tanta, tantissima altra gente no.
Ikea mette il bello a un prezzo accessibile: tra svenarsi per un candeliere Thun o decorare il tavolino con un orrendo centrino cinese al profumo di plastica e formaldeide, ti lascia la via d’uscita della tealight alla vaniglia in un grazioso bicchierino colorato.
Perché tra il piumone Zucchi che quasi ti porta al divorzio quando tuo marito ne scopre il prezzo e il copriletto di nylon del mercatone cinese che ti fa temere che qualcuno fumi a letto (altrimenti scatta il rogo umano), ti apre la possibilità del copripiumino optical o fiorellato, a tua discrezione…costano il giusto entrambi!
Sono fiera della mia tessera Ikea family, sono contenta di essere fan di qualcuno che ha capito che un nido che rispecchia la persona e fa sentire rilassati non è un lusso, ma un diritto!!
Ikea pride!

Commenti

  1. Anche noi siamo famiglia Ikea, perché oltre al fatto economico io mi piacciono le soluzioni modulari che offrono e poi quando stavo facendo casa io si trovavano mobili solo wenge o rovere sbiancato a me invece piace la betulla che è un colore più caldo.
    W l'Ikea.

    A parte questo, quando Coso studiava marketing, abbiamo scoperto delle cose davvero terrificanti sul signor Ikea.

    MagicamenteMe

    RispondiElimina
  2. Io ho comprato da Ikea tutte le mie librerie, che sono esattamente identiche a quelle di lusso e reggono i libri perfettamente.
    La postazione studio da cui sto scrivendo è Ikea.
    Però ci sono cose che da Ikea non compro, tipo i copripiumini: ne avevo preso uno per la casa al mare..che ruvido!! Ma io sono un po' viziata con le lenzuola e i piumini. Diciamo che non sono contro Ikea ma neanche una fan sfegatata come te ;)

    RispondiElimina
  3. Sono una frequentatrice felice di Ikea che mi ha salvato in tante occasioni...l'unico problema ( testato da ma medesima) sono i traslochi! I mobili Ikea ODIANO i traslochi! Per tutto il resto c'è Ikea Family! :-)
    Ciao!

    RispondiElimina
  4. io frequento poco ikea...lo ammetto detesto l'idea di fare strada per finire in un mega aprcheggio...non frequento centri commerciali per lo stesso motivo...anzi no i centri commerciali li odio proprio, ikea mi piace:-). Ci son stata una volta sola, quando il figliolo ha messo su casa, però mi faccio comprare qualcosa da lui quando ci va, piumoni e copri piumoni, posate, contenitori...mi piace lo spirito di kea:)

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

COSSSS’EEEEEEH???! - STORIA DI UNA GRAVIDANZA INASPETTATA

i gruppi di whatsapp

A quanti gruppi di whatsapp siete iscritti?
Attualmente sono a quota 7. Un paio li ho pure mollati per strada.
Nella fattispecie erano i gruppi più 'psyco', quelli dove si annida lo stalker della qwerty che ti manda il massaggio pure per dirti che sta andando in bagno e la carta igienica è ruvida.
Il gruppo di whatsapp è specchio della vita sociale che fai.
C'è il gruppo "Camera cafè" (del caffè coi colleghi)
"I Kattivoni " (per sparlare dei colleghi che prendono il caffè)
"Domenica e festivi" (per la vita familiare)
"I Maledets" (quelli che bevono l'aperitivo tra colleghi ma NON invitano tutti)
"Gli allegri compari di Sherwood" (che l'aperitivo lo offrono proprio a tutti)
...e via dicendo.
Ci sono quelli che ti fanno scoprire le persone. Tipo il gruppo "La casa della prateria", creato coi vicini di casa: con quello, ho scoperto che sono finita ad abitare in una comune hippie.
Ci sono quelli di autoaiuto. …

Essenzialmente usare gli oli essenziali è essenziale

Son grasse soddisfazioni sapere che un proprio post genera domande perché significa che può essere utile a qualcuno.
Quindi scrivo questo post su come uso gli oli essenziali...ma sappiate che lo scrivo dal punto di vista della cavia umana e non del guru !   Quindi se qualche navigante avesse suggerimenti di altri utilizzi me li lasci nei commenti , può essere utile .
Partiamo dal presupposto che, avendo due gatti e una catapecchia della peggior specie (problemi di umidità ,  legno troppo stagionato ecc) quando vivevo a Inculonia ho cominciato a usare detersivi il più possibilenaturali e fai da te. In primo luogo mi spiaceva che i gatti potessero entrare in contatto con detersivi pericolosi semplicemente camminando sul pavimento bagnato .  Poi avevo letto su ALTROCONSUMO che -se si pulisce ogni giorno - aceto ,  Marsiglia e bicarbonato sostituiscono egregiamente i detersivi commerciali. Insomma, con la casa cadente pulire ogni giorno era il minimo ! e una volta fatta l'abitudine , …