Passa ai contenuti principali

BREAKING DAWN: E CON CIO’ SI CHIUDE LA SAGA…


(attenzione, contiene spoiler!!)
Ieri sono stata con Mr T e due amiche a vedere la fine della Twilight Saga: “Breaking Dawn”.
Che dire? Qui non ci si smentisce! Si peggiora e basta! Ma andiamo con ordine…
Interessante la scena in cui Bella si risveglia e osserva tutto con la vista vampirica, perfino gli acari sul tappeto.  Purtroppo già la prima battuta pronunciata mi provoca un attacco di diabete: abbraccia Edward con un “Ti amo”. Ma daaaai…hai sfiorato la morte, ti risvegli vampira, e prima cosa che dici è ‘ti amo’? perché devono far passare la povera Bella Swann, che nel libro aveva un cervello (per quanto non sempre funzionante…) per una simile palla al piede?
E poi: nel libro, Bella vampira è splendida. Qui sembra semplicemente che sia andata da Kiko e abbia fatto scorta di make up. Ma la Hardwick come sempre risolve tutto nel modo più intelligente: se lei non la posso migliorare…peggiorerò gli altri: Edward  sembra scappato dal seminario, Esme ha una tinta così scura che sembra una vedova siciliana, Emmett l’hanno inciccionito…boh?
Ma il meglio del nostro meglio lo sfioriamo con l’arrivo dei Volturi: i vampiri italiani, più che vampiri, vampirla.
I Cullen recuperano in giro amici e parenti come alleati. E tra questi spiccano: Zafrina, che sembra un trans uscita da viale Zara; Tanya, la donna – volt (praticamente lo zio Fester…); Vladimir e Stefan, praticamente dei puffi albini.
 Al momento dello scontro, l’ottimo Aro tira fuori delle risatine che vorrebbero essere inquietanti, ma che più che altro sembrano trasformarlo nell’incrocio tra Paolo Limiti (cui di per sé assomiglia di brutto) e la risata di Sandra Milo. Inquietante lo è, ma in un altro senso, rispetto al desiderato…
La scena della battaglia rende degno l’intero film, se non altro perché coglie di sorpresa gli spettatori che avevano già letto il libro con una parte assolutamente  imprevista. Anche se ho sentito anche gente in sala che, al termine della scena, ha esclamato “mi faccio restituire i soldi del biglietto!
Le soddisfazioni sono poche per chi ha amato i libri…ma ormai lo sapevamo. Spero solo che, dati i soldi accumulati da quest’infame regista, decida di lasciare il cinema per darsi alla coltivazione di zucchine.
PS: Mr T ha notato anche la rotazione del messaggio di Alice, strappato da una pagina di libro: nel primo fotogramma è scritto in orizzontale, nel secondo in verticale… ma che, se lo saranno perso sul set e saranno stati costretti a ripiegare?

Commenti

  1. sono contenta che per adesso me lo sono scampato.
    la mia amica, che aspetta con impazienza, purtroppo s'è beccata l'influenza e gli ha esondati il fiumiciattolo vicino casa e le ha affogato la macchina...
    non ci sono parole

    RispondiElimina
  2. niente, me lo devo vedere pure io allora... voglio vedere gli acari! XD

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

COSSSS’EEEEEEH???! - STORIA DI UNA GRAVIDANZA INASPETTATA

i gruppi di whatsapp

A quanti gruppi di whatsapp siete iscritti?
Attualmente sono a quota 7. Un paio li ho pure mollati per strada.
Nella fattispecie erano i gruppi più 'psyco', quelli dove si annida lo stalker della qwerty che ti manda il massaggio pure per dirti che sta andando in bagno e la carta igienica è ruvida.
Il gruppo di whatsapp è specchio della vita sociale che fai.
C'è il gruppo "Camera cafè" (del caffè coi colleghi)
"I Kattivoni " (per sparlare dei colleghi che prendono il caffè)
"Domenica e festivi" (per la vita familiare)
"I Maledets" (quelli che bevono l'aperitivo tra colleghi ma NON invitano tutti)
"Gli allegri compari di Sherwood" (che l'aperitivo lo offrono proprio a tutti)
...e via dicendo.
Ci sono quelli che ti fanno scoprire le persone. Tipo il gruppo "La casa della prateria", creato coi vicini di casa: con quello, ho scoperto che sono finita ad abitare in una comune hippie.
Ci sono quelli di autoaiuto. …

Essenzialmente usare gli oli essenziali è essenziale

Son grasse soddisfazioni sapere che un proprio post genera domande perché significa che può essere utile a qualcuno.
Quindi scrivo questo post su come uso gli oli essenziali...ma sappiate che lo scrivo dal punto di vista della cavia umana e non del guru !   Quindi se qualche navigante avesse suggerimenti di altri utilizzi me li lasci nei commenti , può essere utile .
Partiamo dal presupposto che, avendo due gatti e una catapecchia della peggior specie (problemi di umidità ,  legno troppo stagionato ecc) quando vivevo a Inculonia ho cominciato a usare detersivi il più possibilenaturali e fai da te. In primo luogo mi spiaceva che i gatti potessero entrare in contatto con detersivi pericolosi semplicemente camminando sul pavimento bagnato .  Poi avevo letto su ALTROCONSUMO che -se si pulisce ogni giorno - aceto ,  Marsiglia e bicarbonato sostituiscono egregiamente i detersivi commerciali. Insomma, con la casa cadente pulire ogni giorno era il minimo ! e una volta fatta l'abitudine , …