sabato 10 novembre 2012

DONNE E MALATTIA MENTALE: LA SINDROME DEL BELLO E DANNATO


Per una festa aziendale mi ritrovo a fianco di Scarface.
Scarface è un collega carinissimo (somiglia molto vagamente a Brad Pitt), che lavora nella sede principale, in un’altra città.
È cariiino…anche di carattere, per la sua grande cortesia. Una delle cose che più mi piace in un uomo è il suo essere gentleman.
Ecco perché dopo un paio di bicchieri di vino di troppo (ecco un altro dei pregi di Scarface: ama la buona tavola…) finiamo per fare un po’ i piacioni l’uno con l’altra…niente di trascendentale, tutto raccontabile anche alle orecchie di Mr T.
Però…ad un tratto Scarface mi guarda con occhi languidi e mi dice: “peccato non averti incontrato tanto tempo fa…avresti potuto cambiare le mie convinzioni sulle storie tra colleghi…”
Trattengo un “wooah?” che farebbe tanto Anna Marchesini della situazione, fingo di essere una donna vissuta e chiedo “ossia?” da dentro un bicchiere, prima di far vedere la mia faccia gigioneggiare di piacere per il complimento.
Scarface prosegue: “dopo tanti due di picche, ho lasciato perdere il provarci con le colleghe…è troppo triste vederle tutti i giorni. E d’altro canto la vita mi ha insegnato che le donne preferiscono i belli e dannati…”
Ossia, gli stronzi.
Che poi: anche gli uomini preferiscono le stronze… Insomma: preferiscono qualcuno che sfugge, che non ha bisogno di loro. Uomini e donne sono identici da questo punto di vista.
Ma quello che mi domando è: possibile che un ragazzo bello, intelligente e pieno di buone qualità abbia collezionato un numero infinito di due di picche? Possibile che noi donne abbiamo la testa così piena di segatura da non cogliere le buone occasioni? Cosa cerchiamo quando rifiutiamo un tipo a posto e che ci dà attenzioni per cercare di piacere a qualcuno che mette davanti a noi il torneo di PES? Mah…

1 commento:

  1. che bel complimento che ti ha fatto ^__^
    quanto agli str@nzi credo che tanti danni li abbia fatti Candy Candy con quel disgraziato di Terence!

    RispondiElimina