Passa ai contenuti principali

GUIDATORI DELLA DOMENICA


Pur dovendo utilizzare la mia Matiz, vecchietta e amorevole, per un breve tragitto giornaliero, mi sento anch’io parte della categoria “guidatori della domenica”. Quella categoria di autisti che usano l’auto solo nel week end, con tutte le inevitabili insicurezze di chi è poco pratico in un’attività: nasi incollati al parabrezza, cervicale in tensione per parare ogni colpo, dimentichi dello specchietto retrovisore, e pronti a svenire se anche una tartaruga taglia loro la strada d’improvviso.
Per questo, se posso utilizzare i mezzi pubblici, non ho nemmeno un dubbio  sul da farsi: è tanto bello lasciare che qualcun altro ti scarrozzi! (anche se purtroppo, come già detto, Trenord sono il male…)
Il problema è quando ci sono scioperi dei mezzi pubblici: per i più, scatta l’occasione di togliere la macchina da sotto gli alberi del cortile per andare in ufficio.
Migliaia di pendolari da treno che si trasformano in guidatori  della domenica in libera uscita.
Martedì mi raffronto con Mr T, che felice e contento mi dichiara che il giorno dopo non dovrà andare a Milano per lavoro.
“Menomale, domani ci saranno per strada un sacco di guidatori occasionali, c’è sciopero dei mezzi…”
“tipo te?...” ironizza Mr T, che mi prende sempre in giro per la mia ‘prudenza’ al volante.
“Ehi!!! Guarda che chi va piano…”
“Crea coda fino a Milano”, chiosa Mr T.
Mio marito è poeta, sìsì.

Commenti

  1. ottima rima ahaha
    comunque ti capisco: io guido sempre ma non mi piace e quindi sono sul chi vive tutto il tempo, come te.

    RispondiElimina
  2. bellissima la rima ^__^


    PS: pare che il calendario uguale al tuo sia stato acquistato ;)

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

COSSSS’EEEEEEH???! - STORIA DI UNA GRAVIDANZA INASPETTATA

i gruppi di whatsapp

A quanti gruppi di whatsapp siete iscritti?
Attualmente sono a quota 7. Un paio li ho pure mollati per strada.
Nella fattispecie erano i gruppi più 'psyco', quelli dove si annida lo stalker della qwerty che ti manda il massaggio pure per dirti che sta andando in bagno e la carta igienica è ruvida.
Il gruppo di whatsapp è specchio della vita sociale che fai.
C'è il gruppo "Camera cafè" (del caffè coi colleghi)
"I Kattivoni " (per sparlare dei colleghi che prendono il caffè)
"Domenica e festivi" (per la vita familiare)
"I Maledets" (quelli che bevono l'aperitivo tra colleghi ma NON invitano tutti)
"Gli allegri compari di Sherwood" (che l'aperitivo lo offrono proprio a tutti)
...e via dicendo.
Ci sono quelli che ti fanno scoprire le persone. Tipo il gruppo "La casa della prateria", creato coi vicini di casa: con quello, ho scoperto che sono finita ad abitare in una comune hippie.
Ci sono quelli di autoaiuto. …

Essenzialmente usare gli oli essenziali è essenziale

Son grasse soddisfazioni sapere che un proprio post genera domande perché significa che può essere utile a qualcuno.
Quindi scrivo questo post su come uso gli oli essenziali...ma sappiate che lo scrivo dal punto di vista della cavia umana e non del guru !   Quindi se qualche navigante avesse suggerimenti di altri utilizzi me li lasci nei commenti , può essere utile .
Partiamo dal presupposto che, avendo due gatti e una catapecchia della peggior specie (problemi di umidità ,  legno troppo stagionato ecc) quando vivevo a Inculonia ho cominciato a usare detersivi il più possibilenaturali e fai da te. In primo luogo mi spiaceva che i gatti potessero entrare in contatto con detersivi pericolosi semplicemente camminando sul pavimento bagnato .  Poi avevo letto su ALTROCONSUMO che -se si pulisce ogni giorno - aceto ,  Marsiglia e bicarbonato sostituiscono egregiamente i detersivi commerciali. Insomma, con la casa cadente pulire ogni giorno era il minimo ! e una volta fatta l'abitudine , …