martedì 12 febbraio 2013

REBECCA LA PRIMA MOGLIE

La giovane protagonista, dama di compagnia di una cafona arricchita, incontra a Montecarlo l’affascinante e misterioso gentiluomo vedovo Maxim de Winter, che sposa in un matrimonio lampo. Tornata con lui in Inghilterra, nella splendida tenuta secolare di Manderley, scopre però che il ricordo di Rebecca, prima moglie di Maxim, è vivo in tutti coloro che l’hanno conosciuta… Da molto desideravo leggere questo classicone, da cui Hitchcock ha tratto un film. Anche perché…alzi la mano chi non soffre di gelosia .Dal canto mio le tengo ben abbassate entrambe…sono gelosa di tutte le ex qualcosa di Mr T, dall’ex “compagna di asilo” all’ex” fidanzata del bowling” (e ne ho ben donde, Mr T ha macinato più km sulla strada dell’ammmore di una Panda 30 del 1984). Ma non è solo il tema psicologico della gelosia a rendere questo libro incredibile, quanto la questione dell’intreccio, la sensazione claustrofobica di non - detto che si svela sempre più ad ogni pagina. Nonché l’inaspettato, il mistero. E’ la prima volta che arrivo all’ultima parola, dell’ultima riga, dell’ultima pagina pensando “Ma che, davero finisce così??”

1 commento: