venerdì 29 marzo 2013

cit. Federica Bosco

"D'ora in poi il mio motto sarà: alzarsi sempre con un programma e un sogno da realizzare" (F. Bosco, "L'amore mi perseguita")
Sì, "L'amore mi perseguita" è un chick lit, tutto sommato, col peso che ne consegue...
però devo dire che questa frase mi ha cambiato la vita.
Ora anch'io cerco di far sì che ogni giorno realizzi un piccolo grande desiderio, e mi sono resa conto che più o meno consciamente questa frase mi ha cambiata.
Per esempio...
ho letto da poco il libro "Una stanza piena di gente", di Dan Keyes.
Un libro bellissimo e tristissimo, che racconta la storia vera di un malato di personalità multipla.
Beh, mi sono fatta coraggio, ho fatto un po' di ricerche e ho mandato gli auguri di Pasqua tramite posta al protagonista del libro.
Sì, col mio inglese orrendo.
Sì, anche se malato.
Perché la sua storia mi ha commosso nel profondo, e mi sarei sentita meno a posto se non avessi almeno provato a stringere la sua mano di lontano.

1 commento: