Passa ai contenuti principali

Fonzie



Non puoi capire la gente che circola in un’azienda di grosse dimensioni.
Per esempio ce n’è una che ormai ho rinominato Fonzie, perché lei ha deciso che il suo ufficio è in bagno.
Al mattino arriva e tira fuori una palette d’ombretti che manco il bancone di kiko.
Durante la giornata la si ritrova svariate volte: a lavarsi i denti (numero volte minimo 3), a lavare la frutta della merenda (minimo 2), a lavare il piatto dopo mangiato (minimo 3 – c’è la frutta e pure il pranzo, nonché la tazza del tè), a rinfrescarsi il trucco (almeno 2), ma soprattutto a prendere appunti e telefonare.
Di c@zzi suoi, ovvio.
Che tu ti dici: se io voglio venire al bagno a fare una delle cose che si fanno al bagno – putacaso: una pipì con scoreggina – non posso perché ci sei tu, fuori della porta di compensato, che fai public relations.
Roba che ti tocca entrare, e magari richiudere, e poi tornare,…o peggio ancora entrare, e far tutto a chiappe strette perché dopo hai una riunione, ed è “adesso o mai più”.
Però oggi ho sentito l’agghiacciante storia di un collega che, dopo un intervento per emorroidi, è stato costretto a giacere a pancia in giù 2 settimane con una sorta di ‘tubo –divarica – chiappe’ per evitare problemi di cicatrizzazione. “perché sai…” mi sussurra Dalai, “se ti vengono le emorroidi, spesso ti si riformano. E ci vuol niente…magari sei stitica, ti trattieni al bagno, e taaac, scatta l’emorroide grossa come un sacchetto dell’Esselunga”.
Oh mamma.
La prossima volta che trovo Fonzie in bagno, la sbatto fuori. Non voglio finire con le ganasce infra chiappali per quieto vivere.

Commenti

Posta un commento

Post popolari in questo blog

COSSSS’EEEEEEH???! - STORIA DI UNA GRAVIDANZA INASPETTATA

i gruppi di whatsapp

A quanti gruppi di whatsapp siete iscritti?
Attualmente sono a quota 7. Un paio li ho pure mollati per strada.
Nella fattispecie erano i gruppi più 'psyco', quelli dove si annida lo stalker della qwerty che ti manda il massaggio pure per dirti che sta andando in bagno e la carta igienica è ruvida.
Il gruppo di whatsapp è specchio della vita sociale che fai.
C'è il gruppo "Camera cafè" (del caffè coi colleghi)
"I Kattivoni " (per sparlare dei colleghi che prendono il caffè)
"Domenica e festivi" (per la vita familiare)
"I Maledets" (quelli che bevono l'aperitivo tra colleghi ma NON invitano tutti)
"Gli allegri compari di Sherwood" (che l'aperitivo lo offrono proprio a tutti)
...e via dicendo.
Ci sono quelli che ti fanno scoprire le persone. Tipo il gruppo "La casa della prateria", creato coi vicini di casa: con quello, ho scoperto che sono finita ad abitare in una comune hippie.
Ci sono quelli di autoaiuto. …

Essenzialmente usare gli oli essenziali è essenziale

Son grasse soddisfazioni sapere che un proprio post genera domande perché significa che può essere utile a qualcuno.
Quindi scrivo questo post su come uso gli oli essenziali...ma sappiate che lo scrivo dal punto di vista della cavia umana e non del guru !   Quindi se qualche navigante avesse suggerimenti di altri utilizzi me li lasci nei commenti , può essere utile .
Partiamo dal presupposto che, avendo due gatti e una catapecchia della peggior specie (problemi di umidità ,  legno troppo stagionato ecc) quando vivevo a Inculonia ho cominciato a usare detersivi il più possibilenaturali e fai da te. In primo luogo mi spiaceva che i gatti potessero entrare in contatto con detersivi pericolosi semplicemente camminando sul pavimento bagnato .  Poi avevo letto su ALTROCONSUMO che -se si pulisce ogni giorno - aceto ,  Marsiglia e bicarbonato sostituiscono egregiamente i detersivi commerciali. Insomma, con la casa cadente pulire ogni giorno era il minimo ! e una volta fatta l'abitudine , …