Passa ai contenuti principali

il fidanzato del bar

Nella vita d'ogni donna ce n'è sempre uno.
Il flirtarello sfigatello.
E tu puoi essere anche sposata, o fidanzata, e madre dei figli del Brad Pitt della Brianza... ma al flirtarello sfigatello, imbastito coll'istruttore di palestra, col collega, col tecnico della fotocopiatrice, non puoi sfuggir.
Quello scambio di occhiate, battute salaci, sorrisini che - fossi in periodo di amara singletudine - incoraggeresti fino al corteggiamento. Ma per fortuna sei fuori dal tunnel, puoi anche non preoccuparti più e sorridere affabile come quello di questo video
Io, i miei flirtarelli sfigatelli, li imbastisco quasi sempre in posti mangerecci.
La spiegazione scientifica che mi dò é che entro nei locali col sorriso stampato in volto, l'atteggiamento disponibile e il profumo di feromoni tutt'attorno. Solo che non è un attacco di lussuria, è la golosità che sta per essere appagata e promana soddisfazione e appagamento.
Quindi inevitabilmente cucco il barista. (cucco= termine arcaico per dire che il barista è colto da infatuazione).
Cherry Merry Muffin, mia accompagnatrice a colazioni e aperitivi, ormai lo sa e se la ghigna: da Gigi lo Zozzone che fa le meglio salamelle, al trendy Frida che fa ottimi Rossini, i miei sorrisi a 32 denti rivolti alle pietanze devono aver fatto pensare male molti camerieri.
Maledetto alcolismo e mangiocentrismo.
Così ho finito per imbastire una relazione con Matt Nano, il barista che ci fa il cappuccino al mattino.
Grandi sorrisi, battute salaci, saluti ad alta voce...
e battute fuori luogo, tipo quella di stamattina.
Proletarina " mi metti la cannella sul cappuccio?"
Matt Nano "Solo sopra?"
Proletarina "..."
"..."
"???"
prendo la tazza, e me ne vado.
"Solo Sopra??!"
ma dove me la vuoi mettere la cannella??? Mi spoglio e mi cospargi di cannella?
Metti la cannella sul piattino e ci poggi sopra la tazza e poi lecco tutto??
Ma cosa vuol dire? Logisticamente, dove la metti la cannella che non sta sopra il cappuccino??
Lo perdono solo perchè somiglia a lui
ma in versione bonsai.

Commenti

  1. e il flirtarello con il mezzo intellettuale che legge al parco?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. come si svolge??? siamo aperti alle confidenze, qui, cara Elisabetta. 'conta su tutto alla zia Pro!

      Elimina
  2. Risposte
    1. aaah, quando li scegliamo, li scegliamo bbboni!

      Elimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

COSSSS’EEEEEEH???! - STORIA DI UNA GRAVIDANZA INASPETTATA

i gruppi di whatsapp

A quanti gruppi di whatsapp siete iscritti?
Attualmente sono a quota 7. Un paio li ho pure mollati per strada.
Nella fattispecie erano i gruppi più 'psyco', quelli dove si annida lo stalker della qwerty che ti manda il massaggio pure per dirti che sta andando in bagno e la carta igienica è ruvida.
Il gruppo di whatsapp è specchio della vita sociale che fai.
C'è il gruppo "Camera cafè" (del caffè coi colleghi)
"I Kattivoni " (per sparlare dei colleghi che prendono il caffè)
"Domenica e festivi" (per la vita familiare)
"I Maledets" (quelli che bevono l'aperitivo tra colleghi ma NON invitano tutti)
"Gli allegri compari di Sherwood" (che l'aperitivo lo offrono proprio a tutti)
...e via dicendo.
Ci sono quelli che ti fanno scoprire le persone. Tipo il gruppo "La casa della prateria", creato coi vicini di casa: con quello, ho scoperto che sono finita ad abitare in una comune hippie.
Ci sono quelli di autoaiuto. …

Essenzialmente usare gli oli essenziali è essenziale

Son grasse soddisfazioni sapere che un proprio post genera domande perché significa che può essere utile a qualcuno.
Quindi scrivo questo post su come uso gli oli essenziali...ma sappiate che lo scrivo dal punto di vista della cavia umana e non del guru !   Quindi se qualche navigante avesse suggerimenti di altri utilizzi me li lasci nei commenti , può essere utile .
Partiamo dal presupposto che, avendo due gatti e una catapecchia della peggior specie (problemi di umidità ,  legno troppo stagionato ecc) quando vivevo a Inculonia ho cominciato a usare detersivi il più possibilenaturali e fai da te. In primo luogo mi spiaceva che i gatti potessero entrare in contatto con detersivi pericolosi semplicemente camminando sul pavimento bagnato .  Poi avevo letto su ALTROCONSUMO che -se si pulisce ogni giorno - aceto ,  Marsiglia e bicarbonato sostituiscono egregiamente i detersivi commerciali. Insomma, con la casa cadente pulire ogni giorno era il minimo ! e una volta fatta l'abitudine , …