sabato 20 aprile 2013

Poveri ma belli

Mr T nell'ultimo periodo non è riuscito a portare a casa lo stipendio: molte ditte sue clienti dicono di non aver soldi per pagare lavori già fatti, e la conseguenza è che anche lui si trova in difficoltà (pur avendo effettivamente delle richieste).
Io, dal canto mio, mi ritrovo ad avere sempre lo stesso stipendio ...e molto, molto di più da pagare (l'affitto della Catapecchia è cresciuto, anche se di poco, così come le bollette ...mai ho aspettato la primavera e il cambio ora legale/ solare come quest'anno, pur di tagliare i consumi). La mia Patiz s'è rotta, e di soldi per cambiarla del tutto...mah. Stavo valutando addirittura se farla aggiustare, con tutti i suoi 13 anni, 105.000 km e 1200 euri auspicabili di riparazione.
Sto tenendo duro, ho messo via un cuscino per la futura casa da acquistare, e non vorrei intaccarlo...
La cosa che mi fa specie è che poi ti vengono anche a proporre nel 'questionario di clima aziendale' domande come 'sei contento della tua retribuzione?' (lo sarei di più con l'inflazione di 5 anni fa, grazie), o 'sai dove ti porterà la tua carriera lavorativa?' (sì, a far la badante come lavoro del week end per arrotondare).
E ancora stiamo qui a farci menate sul futuro Presidente della Repubblica, uno pagato da me nmila euro al mese, mentre i miei nipoti  (non i miei figli, non posso permettermi di averne) si portano la carta igienica da casa.
Ma vaffanQlo, va'.

4 commenti:

  1. :( mi dispiace molto, le cose si sa arrivano tutte insieme... ormai si deve solo stringere la cinghia, ma ci siamo rotti un po' tutti di stringere!!

    RispondiElimina
  2. ormai si sta rompendo pure la cinghia, a furia di stringere

    RispondiElimina
  3. eh, appunto...e se si rompe la cinghia, personalmente scendo in piazza e vado a prenderli a cinghiate...loro e i cavolo di sperperi assurdi pagati col sangue dei poveracci che lavorano davvero.

    RispondiElimina
  4. Ti capisco :(
    ti capisco nemmeno lo so da quanti anni è fermo il nostro contratto e ogni volta che chiedi la contrattazione ti rispondono: ma ringrazia che ce l'hai un lavoro.

    RispondiElimina