uno splendido disastvooooo

Censisco questo libro, gentilissimamente passatomi da Magicamente, per raccontervelo ed eventualmente SPOILERARVELO (poi non dite che non vi ho avvertito, eh?)
"Uno splendido disastro"di Jamie McGuire è giustamente un caso letterario...
In quanto scritto in maniera molto 'friendly' e scorrevole, e su un canovaccio che sembra un cartone animato giapponese.
Mi permetto purtuttavia alcune osservazioni e lancio un dibattito tra chi l'ha eventualmente già letto:
tema 1: l'imbarazzante guardaroba di Abigail Abernathy. Nella prima scena: cardigan rosa e orecchini di perle. Nella prima uscita con lui: pantaloni della tuta e occhiali da nerd con coda a sparasgnaps di capelli unti. Prima notte: pantaloncini scozzesi gialli e blu. Compleanno: vestito verde e scarpe gialle di vernice. Lezione: camicia di seta bordeaux. L'irresistibile sex appeal della Signora in giallo.
tema 2: il pericoloso atteggiamento bipolare di Travis Maddox. "Ti taglio la gola se non smetti di ballare con la mia ragazza". Sfonda macchine a calci, se Abby ci sta sopra a limonare con un altro. Scardina porte a calci se lei la mattina presto esce di casa lasciandolo a letto (no, tipo: e fosse uscita a comprare i cornetti caldi?!). A me, uno così non sembra romantico, sembra pazzo e pericoloso.
tema 3: Un'ottima opportunità di lavoro: lascio legge e faccio il boxeur per la mafia. Qualcosa non mi torna. Studi tanto e bene, sei vicino al termine dell'università, e molli tutto perchè un mafioso che ha appena tentato di far gambizzare te, la tua morosa e il futuro suocero ti offre di fare incontri clandestini per lui? non sei solo pazzo e pericoloso, sei anche un po' un minchione. (ma dotato di superpoteri, sopravvivi ad ogni incontro, vinci con Tyson e scampi agli incendi).
tema 4: Dell'insostenibile pirlaggine di tatuarsi il nome della fidanzata e sia pure del marito. E qui mi rifiuto anche solo di commentare, non sono giustificati manco dal fumo respirato nell'incendio, e non c'è mamma morta che tenga.

Comunque, lettura godibile, divertente e a tratti esilarante.

Grazie Moma!

Commenti

  1. Prego


    ma vogliamo parlare della metamorfosi di lui da pazzo psicopatico che cambia ogni notte una donna a zerbino?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. questo mi stupisce meno: anni di visione della "Signora in giallo" mi hanno insegnato che quando trovi la tua Jessica Fletcher nessun'altra ti interesserà mai più...che stile, che verve!!

      Elimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

i gruppi di whatsapp

Le pezze are back