giovedì 16 maggio 2013

io di Te non mi vergogno

Siamo andati a Roma.
Uno degli scopi, oltre a vedere la sempre splendida Città Eterna, era vedere dal vivo il nuovo Papa Francesco.
Mi rendo conto che sui blog parlare di fede è ...desueto, o comunque lo fa solo un certo tipo di blog, condito di immagini sberlusente della Madonna o di fondali a nuvole.
Insomma, un blog come il mio, ricco di parolacce e di espressioni 'colorite', forse non s'adatta a certi argomenti...
E invece, io ci credo, e tanto. E questo nuovo Papa, beh... mi ricorda che Gesù è venuto per 'gli imperfetti', per quelli come me.
Abbiamo avuto la fortuna di assistere a una messa del Papa in piazza San Pietro, con la canonizzazione dei martiri di Otranto e di due suore sudamericane. Anche per questo la folla era 'variegata', ma accomunata da un tratto unico: un amore per il nuovo papa che si fa tangibile, peggio che a un concerto di Bon Jovi.
E il fatto che lui sia unico, speciale (ho visto Wojtila e Benedetto XVI dal vivo,...e il paragone si fa...inevitabile!) lo si comprende da come legge scocciato in latino, per rianimarsi mentre arriva all'omelia, mentre scende ad abbracciare la folla. Abbraccia e bacia bambini e malati, e sono i bodyguard a farlo distaccare ogni volta dai fedeli, mentre si vede che il suo sguardo si volta a cercare ogni singolo viso in piazza San Pietro, con...accoglienza, ecco.
Con quella faccia che avrebbe Gesù, se ci guardasse vis a vis. Quella faccia che dice "Io di te non mi vergogno".
E nemmeno io.

1 commento:

  1. quanto ti capisco!! io sono sempre stata legata alla religione, e ora con questo Papa così vicino a noi sento molto più forte il legame ♥ pensa che a Settembre verrà a Cagliari, sono pronta a fare la notte accampata pur di vederlo!!

    RispondiElimina