martedì 28 maggio 2013

le bamboline regionali

Ma voi queste ve le ricordate?
Sì, proprio loro...le terribili bamboline col costume tipico regionale. Mia nonna per qualche motivo era convinta che fossero un meraviglioso souvenir per le nipotine, quando tornava dalle vacanze: pertanto per anni gli scaffali della nostra cameretta erano ingombri di bamboline souvenir di Val Savaranche, Val Tournanche, dello Stelvio, della Valtellina, della Val Brembana, della Val Seriana... che peraltro non potevi togliere dalla scatolina in plexiglass perchè si autodistruggevano. Immediatamente.
Io ero convinta di aver rimosso l'incubo, finchè l'altro giorno non ho sognato di trovarmi nel solito paesino di montagna (che abbia un bisogno interiore di montagna?) e che beccavo per puro caso il matrimonio tra due colleghi. La loro testimone era una terza collega, soprannominata il Piccione (che nella realtà nutre un morboso amore per capi d'abbigliamento improbabili quali ballerine decorate con code di coniglio e pulloverini tirolesi). Insomma, qualcuno nella folla mi sussurrava che l'abito della sposa era stato scelto dal Piccione: ed ecco infatti la sposa apparire con un inquietante abito di pizzo bianco e oro dalla foggia tipica delle bamboline regionali: quindi appena sopra la caviglia, con le maniche  a sbuffo, e le rose rosse e viola di pannolenci applicate sul corpino. Per togliere ogni dubbio una vera - vera - merd@.
Per la categoria 'guardabile solo se hai finito il confetto Falqui'.
E con questo, mi sono convinta che è il caso di smetterla con i peperoni la sera. (eh,...sennò marcivano...)

2 commenti: