giovedì 9 maggio 2013

MERDEVOLE MATRIGNA: VOGLIAMO RICORDARLA COSÌ



E così, Merdevole Matrigna c’ha fatto il discorso d’addio. “Ricordate che anche se quest’azienda non premia…nessuno vi porterà via la vostra professionalità!”
‘Ccidenti. Roba che mi viene un po’ di magone. Ecco perché, prima che questo personaggio lasci per sempre queste cronache, è il caso di fare un po’ di amarcord. Perché vogliamo ricordarla così:
·         Tipo quando invita tutti alla cena promozionale a 2 km da casa mia…tranne me che devo stare in ufficio a rispondere al telefono per indicare il parcheggio alla gente (Proletarentola!)
·         Tipo quando si autocomplimenta per lavori fatti da te. (“ah il tuo articolo è piaciuto. Sono il DRAGO dei correttori di bozze!” – no words.)
·         Tipo quando si scorda sistematicamente il tuo nome e ti chiama “mmh, mmh, sì, TU!” indicandoti col ditino
·         Tipo quando ti convoca in ufficio, ma nel frattempo comincia a parlare al telefono per fatti suoi e ti scaccia con la manina, tipo ‘sciò sciò cane randagio’. (e in sottofondo parte la canzone “gatto rognoso” di Friends...)

M’è già passato un po’ di magone, va’.

1 commento:

  1. Non le avrete mica fatto anche il regalo d'addio, vero?

    RispondiElimina