Passa ai contenuti principali

SCHERZI AL TELEFONO

 
suona insistente il mio Nokia nello sterminato open space dove lavoro. Lo ignoro perchè sto aiutando una collega, pur preoccupata che sia l'assicuratore: è scaduta la polizza della Panda...non appena riesco, controllo il display: il numero è sconosciuto, che sia proprio il mio assicuratore?
Richiamo immediatamente: “Pronto, sono Proletarina, ho ricevuto una chiamata da questo numero...” Dall'altra parte, una voce d'uomo dallo spiccato accento valtellinese mi dice “Sì, signorina...ho avuto il suo numero per vie traverse...la chiamo perchè...signorina, io impazzisco per lei...”
?!
????!!!!
Se c'è una certezza, è che non sono il tipo di donna che fa girare 20 uomini al suo passaggio...per cui colta assolutamente alla sprovvista, bofonchio un 'ma vada aff@nQlo' e riattacco.
(Nota bene: l'ho mandato a quel paese dandogli del lei. In bilico tra signorilità e basso linguaggio.
Praticamente una bipolare.)
Alzo gli occhi e l'open space mi fissa. Dante, il mio nuovo e bellissimo collega toscano, mi chiede che succede. Glielo spiego, mentre il telefono riprende a suonare con insistenza, lo stesso numero di prima.
“oh mamma, ma non sarà uno stalker?” si preoccupa Dante.
“Dante, l'unico che potrebbe perseguitarmi per qualcosa è l'assicuratore, visto che gli devo dei soldi...ma m'hai vista bene?!”
“Appunto, di pazzi ce n'è in giro tanti! Avvertiamo la polizia!”
(oddio, ora non so se devo proprio sentirmi lusingata...)
Ma se c'è una certezza è che sono una donna d'azione, quindi agguanto il telefono che trilla ancora e … “ascoltami bene, disgraziato, smettila subito o la prossima telefonata che faccio sarà ai carabinieri! Chiaro?” “Oddio Proletarina scusa, sono Camionista, l'amico di Mr T! Era solo uno scherzoooo!” con una risata di sollievo mi sciolgo in un 'ma sei un coglion@zzo', mentre attorno a me gli astanti ridono sollevati. “certo che posso rassicurare Mr T, tu le corna non c'è proprio rischio che gliele faccia, eh?! Volevo solo avvisarti che ho cambiato cellulare, segna il numero, mi raccomando!” “Puoi scommetterci” dico riagganciando.
Certo che …
'di pazzi ce n'è in giro tanti'
' non c'è rischio che faccia le corna'...
la mia autostima femminile vacilla :(

Commenti

  1. Certo che il collega toscano poteva evitarsela quell'uscita lì ^_^


    Voglio vedere se brad pitt ti telefonava dicendoti che impazzisce per te se lo mandavi a quel paese ;)

    RispondiElimina
  2. Mi dici dove l'hai ripescata "Brutta"? O.o

    RispondiElimina
  3. daiiiii secondo me invece dovresti davvero sentirti lusingata.... più che per il commento dell'amico di mr. T che per quello del tuo collega, però!

    RispondiElimina
  4. pensa che dopo la dieta,quando ho detto a mia sorella che a mio marito piacevo di più grassa mi ha detto: eh c'è chi ha il gusto dell'orrido...

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

COSSSS’EEEEEEH???! - STORIA DI UNA GRAVIDANZA INASPETTATA

i gruppi di whatsapp

A quanti gruppi di whatsapp siete iscritti?
Attualmente sono a quota 7. Un paio li ho pure mollati per strada.
Nella fattispecie erano i gruppi più 'psyco', quelli dove si annida lo stalker della qwerty che ti manda il massaggio pure per dirti che sta andando in bagno e la carta igienica è ruvida.
Il gruppo di whatsapp è specchio della vita sociale che fai.
C'è il gruppo "Camera cafè" (del caffè coi colleghi)
"I Kattivoni " (per sparlare dei colleghi che prendono il caffè)
"Domenica e festivi" (per la vita familiare)
"I Maledets" (quelli che bevono l'aperitivo tra colleghi ma NON invitano tutti)
"Gli allegri compari di Sherwood" (che l'aperitivo lo offrono proprio a tutti)
...e via dicendo.
Ci sono quelli che ti fanno scoprire le persone. Tipo il gruppo "La casa della prateria", creato coi vicini di casa: con quello, ho scoperto che sono finita ad abitare in una comune hippie.
Ci sono quelli di autoaiuto. …

Le pezze are back

Innanzitutto un applauso alla ministra Lorenzin.
No, perché obiettivamente è difficile,  difficilissimo far arrabbiare almeno 3 milioni di italiani ogni volta che si apre bocca: ma lei ce la fa ogni volta.
Striscia la notizia ha intervistato la nostra in merito alla campagna di Civati contro la tassazione degli assorbenti al 22%. La ministra ha giustamente dichiarato di appofappoggiare l'iniziativa,  Salvo poi sbrodolare con un : "mica si può tornare all'800 con le pezze di cotone".
I beg  your pardon?
CERTO, CERTISSIMO CHE SI PUÒ! E aggiungerei: si deve.
Come sapete per Pannolina uso pannolini lavabili. Ma durante il periodo del puerperio mi sono convinta e sono passata anche per me al lato lavabile del ciclo.
Diciamo che un'episiotomia fatta in modo agghiacciante e particolarmente dolorosa da rimarginare mi ha convinta a utilizzare 2 assorbenti lavabili che avevo comprato,  più per curiosità che per convinzione,  ad una fiera. La svolta!morbidi,  lisci, molto p…