Passa ai contenuti principali

ti prego lasciati odiare (e smetti di lasciarti leggere)

Ecco, quello tra parentesi sarebbe il giusto sottotitolo per questo libro che mi ha passato la insostituibile Moma. (prima o poi ti pagherò almeno una cena! i tuoi consigli librari e le tue forniture sottobanco stanno diventando una droga)
Già, perchè questo libro d'esordio della Premoli è praticamente come il tunnel dell'eroina: cominci con un assaggino - to, leggo due paginette tanto per gradire, finchè arrivo in stazione - e non smetti più per i tre giorni successivi.
Manco con marito e gatti alle calcagna.
La trama è abbastanza semplice, ma molto intrigante...
Jennifer è un'avvocato fiscalista di successo, spesso in conflitto con la sua famiglia 'ecosostenibile' per la sua vocazione finanziaria, che vive con le due amiche del cuore...e senza uno straccio di fidanzato a farle battere il cuore. L'unica emozione forte della sua vita è il prurito alle mani che le provoca Ian, il suo bellissimo e nobile collega, con cui in passato ha avuto scontri al fulmicotone.
Ed ecco, per una serie di impegni lavorativi, i due non solo tornano in contatto, ma anche sotto la luce dei riflettori: i tabloid li prendono per una coppia, e ad Ian fa molto comodo avere una tigre come Jenny per finta fidanzata.
Ma...fino a che punto finta?


Libro davvero molto leggero, carino, divertente...consigliato quando però siete lontane dal W.E. in famiglia,  vostro marito cercherà di staccarvi la batteria dell'e reader mentre ancora state leggendo pur di farvi uscire dal tunnel!

Commenti

  1. Ops :D
    Coso ancora non c'è arrivato a minacciare il prezioso ebook reader :D

    RispondiElimina
  2. Ah, ma vedo che abbiamo la stessa spacciatrice! ;-)

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

COSSSS’EEEEEEH???! - STORIA DI UNA GRAVIDANZA INASPETTATA

i gruppi di whatsapp

A quanti gruppi di whatsapp siete iscritti?
Attualmente sono a quota 7. Un paio li ho pure mollati per strada.
Nella fattispecie erano i gruppi più 'psyco', quelli dove si annida lo stalker della qwerty che ti manda il massaggio pure per dirti che sta andando in bagno e la carta igienica è ruvida.
Il gruppo di whatsapp è specchio della vita sociale che fai.
C'è il gruppo "Camera cafè" (del caffè coi colleghi)
"I Kattivoni " (per sparlare dei colleghi che prendono il caffè)
"Domenica e festivi" (per la vita familiare)
"I Maledets" (quelli che bevono l'aperitivo tra colleghi ma NON invitano tutti)
"Gli allegri compari di Sherwood" (che l'aperitivo lo offrono proprio a tutti)
...e via dicendo.
Ci sono quelli che ti fanno scoprire le persone. Tipo il gruppo "La casa della prateria", creato coi vicini di casa: con quello, ho scoperto che sono finita ad abitare in una comune hippie.
Ci sono quelli di autoaiuto. …

Essenzialmente usare gli oli essenziali è essenziale

Son grasse soddisfazioni sapere che un proprio post genera domande perché significa che può essere utile a qualcuno.
Quindi scrivo questo post su come uso gli oli essenziali...ma sappiate che lo scrivo dal punto di vista della cavia umana e non del guru !   Quindi se qualche navigante avesse suggerimenti di altri utilizzi me li lasci nei commenti , può essere utile .
Partiamo dal presupposto che, avendo due gatti e una catapecchia della peggior specie (problemi di umidità ,  legno troppo stagionato ecc) quando vivevo a Inculonia ho cominciato a usare detersivi il più possibilenaturali e fai da te. In primo luogo mi spiaceva che i gatti potessero entrare in contatto con detersivi pericolosi semplicemente camminando sul pavimento bagnato .  Poi avevo letto su ALTROCONSUMO che -se si pulisce ogni giorno - aceto ,  Marsiglia e bicarbonato sostituiscono egregiamente i detersivi commerciali. Insomma, con la casa cadente pulire ogni giorno era il minimo ! e una volta fatta l'abitudine , …