Passa ai contenuti principali

Fango

io lo so che non sono solo
anche quando sono solo
io lo so che non sono solo
e rido e piango e mi fondo con il cielo e con il fango 



Cantava Jovanotti. Eccome si sbagliava. Già, perché nel tentativo di sconfiggere o almeno migliorare la mia situazione cellulitica, sono giorni che mi dibatto nel fango, quello d’alga Guam. Sola.
Complice lo shopping club vicino cui lavoro, che offriva i suddetti fanghi a un decimo del prezzo, decido di dare retta al suggerimento dell’amica Paolina: “Damme retta, tesò…vedrai che con una settimana di fanghi la cellulite sarà un ricordo!”
Certo che  considerato che il prezzo medio dei barattoloni di fango è di 50 o 60 euro, sarebbe rimasta per sempre un’ipotesi che non avrei verificato. Ma l’onesto prezzo di 6,90€ mi convincono a sperimentare.
Dunque, a scanso di equivoci mi sento di dirvi che il fango ti condanna alla solitudine perché in primo luogo puzza. In modo esagerato e pungente. Quasi come un vampiro innamorato che non si lavi da un mese, toh. E poi, gratta. Uh se gratta. Pruritone e bruciore sono segni positivi, indicano che la circolazione svenuta ha deciso di ripartire in quarta. Ma insomma, piacevolissimo non è. Aggiungete infine che sporcherete, e molto…perché non c’è pantaloncino o domopak che regga, se il fango funziona prima o poi cola, nel corso di quei 45 minuti di tortura. E voi rilascerete un rigagnolo marrone, che vi farà arrivare alla conclusione che è meglio chiudersi in bagno, in compagnia della Ward e magari di un po’ di smalto e lima per unghie, o della pinzetta per sopracciglia (per unire l’utile al dilettevole…o l’utile al doloroso, pensando alle sopracciglia).
Però devo dire che tanta tortura aiuta, effettivamente: la gamba risulta più sottile, la pelle è più rosea e tonica (forse è l’effetto del pruritone ­- scabbia style…)
Insomma, meglio questo che farsi tatuare sulla pelle matelassè lo stemma di Chanel!

 

Commenti

  1. Dopo i fanghi dovresti fare un bagno di vapore per sentirti - tu e la pelle - piu' rilassata :-)

    RispondiElimina
  2. ...io ho fatto la thalasso terapia e direi che non è andata meglio sebbene il prezzo pagato non sia stato 6,90 euro...
    [però i risultati ci sono stati eccome...]

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

COSSSS’EEEEEEH???! - STORIA DI UNA GRAVIDANZA INASPETTATA

i gruppi di whatsapp

A quanti gruppi di whatsapp siete iscritti?
Attualmente sono a quota 7. Un paio li ho pure mollati per strada.
Nella fattispecie erano i gruppi più 'psyco', quelli dove si annida lo stalker della qwerty che ti manda il massaggio pure per dirti che sta andando in bagno e la carta igienica è ruvida.
Il gruppo di whatsapp è specchio della vita sociale che fai.
C'è il gruppo "Camera cafè" (del caffè coi colleghi)
"I Kattivoni " (per sparlare dei colleghi che prendono il caffè)
"Domenica e festivi" (per la vita familiare)
"I Maledets" (quelli che bevono l'aperitivo tra colleghi ma NON invitano tutti)
"Gli allegri compari di Sherwood" (che l'aperitivo lo offrono proprio a tutti)
...e via dicendo.
Ci sono quelli che ti fanno scoprire le persone. Tipo il gruppo "La casa della prateria", creato coi vicini di casa: con quello, ho scoperto che sono finita ad abitare in una comune hippie.
Ci sono quelli di autoaiuto. …

Essenzialmente usare gli oli essenziali è essenziale

Son grasse soddisfazioni sapere che un proprio post genera domande perché significa che può essere utile a qualcuno.
Quindi scrivo questo post su come uso gli oli essenziali...ma sappiate che lo scrivo dal punto di vista della cavia umana e non del guru !   Quindi se qualche navigante avesse suggerimenti di altri utilizzi me li lasci nei commenti , può essere utile .
Partiamo dal presupposto che, avendo due gatti e una catapecchia della peggior specie (problemi di umidità ,  legno troppo stagionato ecc) quando vivevo a Inculonia ho cominciato a usare detersivi il più possibilenaturali e fai da te. In primo luogo mi spiaceva che i gatti potessero entrare in contatto con detersivi pericolosi semplicemente camminando sul pavimento bagnato .  Poi avevo letto su ALTROCONSUMO che -se si pulisce ogni giorno - aceto ,  Marsiglia e bicarbonato sostituiscono egregiamente i detersivi commerciali. Insomma, con la casa cadente pulire ogni giorno era il minimo ! e una volta fatta l'abitudine , …