venerdì 28 giugno 2013

SCONSOLATA

Oggi sono un po' sconsolata...

avevo scritto a due venditori su Kijiji che spacciano delle Kia Picanto, entrambi ottimi affari e non grigie (basta macchine grigie, mi fanno tanto carro funebre...)
Uno è disperso da giorni (avrò mandato 3 richieste, morire che abbia risposto a una...) l'altra mi ha scritto oggi che è già in trattativa. Ho anche fatto la vigliaccata di rilanciare offrendole 300 euri in più, speriamo che si svenda per vil denaro...
tra la C1 fantasma,... 

Questa ci sta nel nostro budget...                                                            
...l'aumento dell'IRPEF (e adesso, quanto mi rincarerà ancora l'affitto??...qui urge decidersi e comprare casa...anche un capanno da giardino...non posso continuare a regalare soldi alla pur amabile vecchietta che m'affitta casa...)...
...la Picanto latitante e la Picanto venduta a un'altro (ma una Picanto per me, no eh?...)
...L'iva che viene e va...
...ma soprattutto la gratifica che ho preso e se ne è praticamente già andata tra tasse e veterinario per Puzzolo...
Beh a 'sto punto non resta che una cura, che cura ogni male: scarpe!
Per fortuna che c'è Deichmann che al prezzo di un paio te ne vende 3!
Ecco qui la scarpa da "Signora in giallo fashion di Deichmann"...prima o poi mi decido e me la compro!!




giovedì 27 giugno 2013

cose tenere dal mondo

E' stata una giornata dura.
Vedersi recapitare la busta paga tassata al 53% (ah, ma è bello vivere in Italia, prendere una gratifica per il buon lavoro fatto e vedere crescere l'imponibile fino a che ti lasciano in mano la mancia del nonno a Natale)...Affrontare un'altra giornata col Guardatore di Monitor che fa esilaranti battute fatte apposta per screditare i sottoposti...
poi però ti fermi a bere un caffè al solito posto, e ti trovi il border collie del cliente al tavolo vicino che si alza, si siede ai tuoi piedi e ti posa il testone sulle gambe, e si fa grattare per un quarto d'ora.
Quando il Signore ha inventato i cuccioli sapeva che avremmo avuto momenti bui sulla Terra. :)

mercoledì 26 giugno 2013

pensavo fosse una C1...invece era un calesse

(nella foto, il mio prossimo mezzo)

Riassunto delle puntate precedenti:
  • la fidata Patiz è morta e rottamata (l'ho vista sollevare dal regno meccanico, assunta in cielo come i santi...io lo dicevo che la matiz è santa cosa)
  • La sorella Nanny, che lavora in casa madre presso una famosa azienda automobilistica, mi presenta il suo amico e venditore in una concessionaria della mia zona, Cicisbeo: "lui ti aiuterà a trovare la macchina dei sogni, vedrai, mi deve dei favori..." (quando fa così mia sorella mi ricorda Don Corleone. Poi scopro che in effetti il Cicisbeo deve parecchi soldi a Nanny, e il quadro mafioso risulta completo)
  • Proletarina va in concessionario dove Cicisbeo le propone due macchine di 11 anni che vengon via a 500 euri l'una (ma perchè no, mi costano come il divano all'Ikea...) oppure una C1, rossa, 5 anni appena, km che si contano sulle dita di una mano monca...a 2.500 euri. "Ma Cicisbeo, sei sicuro? perchè se è così è un affarissimone" replico con gli occhi che sberluccicano (a me la C1 m'ha sempre attizzato). "Ma certo che sì! ma ci penso io! guarda, ha preso un'altra auto, questa ce la dà in permuta...sicuro che arriva!" 
Comincia così l'attesa snervante. Da maggio a ieri.
Se pensate che nel frattempo sia stata lì ad aspettare come Penelope, debbo dirvi che no, ho rotto i cabasisi all'universo criato con riferimenti alterni.
Fino a inizio giugno, quando Cicisbeo riferisce a Nanny che l'auto nuova è in ritardo e dovrebbe arrivare al 20, data in cui consegnerà la C1.
Ma al 20 ancora tutto tace...il 25 mi decido a scrivere nuovamente a Nanny, che mi replica che sono ansiosa, che non posso rompere a Cicisbeo che a fine mese deve fare budget...
dopo DUE MESI che aspetto una macchina sono una rompic*j*ni se chiedo notizie?! siamo a fine mese, ma è stato Cicisbeo a indicare il 20 per la consegna!
Sennonchè...
nel pomeriggio mia sorella mi gira una mail di Cicisbeo che esordisce con un "Gioia purtroppo la C1 è stata venduta dal cliente a un altro privato..."ed incita Nanny a dirmi che "se voglio cerchiamo altre occasioni".
Eh? Eeeeeeeh??! Ma io da te non compro manco più la bicicletta!!
Secondo me , l'attesa dei due mesi è dovuta al fatto che questo deficiente ha fatto i conti senza l'oste (ossia il suo capo), che avendo saputo a quale prezzo voleva vendermi un'auto semi nuova gli ha girato la testa al contrario, come si fa per ammazzare i polipi.
E credetemi, fino a qua capisco, ci sta tutto.
Se uno è dipendente, deve rifarsi agli ordini del capo.
Ma ciò che mi irrita davvero è la presa pel Qlo di aspettare due mesi qualcosa che già sapevi che non arrivava...e la solita considerazione di mia sorella che dà a me dell'ansiosa, quando sono semplicemente intuitiva e me lo sentivo in una tetta che la mia agognata C1 non l'avrei avuta giammai.
Insomma, continuerò a rubare la Panda al marito in attesa di tempi migliori (sto guardando su kijiji, auto a 100€...ma cammineranno ancora? mah!)

lunedì 24 giugno 2013

Porpora ...una domanda, ma la porpora in questione 'ndo stà?

Sono arrivata finalmente alla fine del 3° libro della Confraternita del Pugnale Nero, 'Porpora' per l'appunto. (se qualcuno non ama gli spoiler consiglio di saltare il post...io non mi trattengo! devo commentare!)
Finalmente è un avverbio improprio: ho patito, sofferto e mi sono esaltata con tutti i personaggi. E lo devo dire: a me Z piace sempre più.
Povero il mio guerriero autistico.
Ma soprattutto: e del povero Phury, quando ne parliamo? abbiamo visto 'sto povero ragazzo perdere una gamba, l'amore, tutti i capelli, precipitare nel tunnel della dddrogga e coprirsi di brufoli (sì, sì, vampiri un tubo...la castità provoca l'acne a tutti, è risaputo!)
Poi apro il quarto libro e di chi si parla? Di Butch e Marissa?!
Per carità, tutta la mia comprensione, ma vogliamo salvare quel povero cristo di Phury dalla spirale del Topexan o no?!
Comunque, io attribuirei un saggio "3 palline qualità" a questo terzo volume: finora mi sembra il migliore della serie.
(PS: e comunque...io di Wellsie me lo sentivo dal primo volume! assolutamente!..."la amo così tanto che non potrei vivere senza di lei": attento Tohrment, questo nella psicologia delle scrittrici scontate equivale a una sfida...e allora dillo, che vuoi rimanere vedovo! più inaspettata Sarelle... e assolutamente inaspettata la scoperta della seconda identità del Reverendo! accy!)


venerdì 21 giugno 2013

post progresso: usate i farmaci equivalenti

Un commento di Reganisso mi ha fatto pensare che in effetti fa sempre bene fare un po' di pubblicità sull'argomento.
Dunque, cos'è un farmaco equivalente? Si tratta di farmaci  che gli studi si dimostrano identici dal punto di vista biologica rispetto ad un altro medicinale; soprattutto ne è scaduta la copertura di brevetto, quindi possono essere prodotti da case farmaceutiche minori diminuendone la spesa.
Il risparmio va dal 20% in meno in su...ma non è solo per questo che sono raccomandabili: spesso sono uguali, ma meno inflazionati per il nostro organismo che spesso reagisce meglio.
Inoltre consentono di fare 'sabotaggio onesto' a quelle lobbies farmaceutiche che spesso non diffondono ottimi vaccini contro terribili malattie solo per guadagnarci...e se le lobbies falliscono, in fondo ci guadagnamo tutti.
Certo ci sono due piccole controindicazioni:
1. spesso gli anziani sono abituati a usare sempre le medesime confezioni di medicinali, dal colore simile...ed è difficile far cambiare abitudini. Ma in questo caso, a volte basta pazienza e attenzione...
2. Vi odieranno tutti i farmacisti...ma in fondo le buone cause fanno venire le spalle grosse!

giovedì 20 giugno 2013

post porno

Stamattina mi sono circondata.
Un maschio a fianco (Mr T), un maschio col naso sul collo (Miciosauro), un maschio acciambellato sul seno (Puzzolo).
Che beatitudine.
A dirla tutta ho pensato "chissà se le pornoattrici circondate da omaccioni si sentono beate come me"
^_^

mercoledì 19 giugno 2013

mare profumo di mare!

Io quest'anno vado qui.
E' successo che c'avevamo pochi soldi.
Che nonostante da anni i suoceri parlino di comprare una casetta al mare per le vacanze familiari, si continui a postporre l'acquisto (nonostante abbiamo ormai venduto la casa in Puglia, se vi ricordate la trasferta mia e deL Risolutore).
E' successo che La Vecchina Di Biancaneve (la nostra padrona di casa) abbia benpensato di alzarci il canone d'affitto ("eeeeh, c'è l'Istat ...e l'IMU sulle seconde caseee..." che ti devo ripagare io che la casa non ce l'ho, logico!)...e che questo ci abbia portato complessivamente una spesa aggiuntiva di 300€ all'anno. Urge mettersi il cappio al collo e affrontare quel mutuo che temiamo da tempo, anche se al momento possiamo comprarci al massimo un garage...
E' successo che AaD abbia conseguito utili da paura, e abbia ben pensato di distribuire ai supercapoccia bonus da 8 milionate in tutto,...per poi dire a noi servi della gleba che quest'anno, al massimo, potevano darci 300€ kakkati. A fronte di utili spaventosamente alti...un sentito grazie, non c'è che dire.
Ergo, per sentirci davvero a casa, abbiamo prenotato in un altro paese con l'economia in crisi: Cipro.
Tanto, anche se non erogano più soldi al bancomat, a noi è comunque rimasto poco da prendere!



martedì 18 giugno 2013

quasi idiota

Quasi idiota, così mi sentivo ieri sul treno, mentre finivo di leggere "Quasi tenebra" sul treno.
Quasi tenebra per chi non lo sapesse è il secondo volume della saga della Confraternita del Pugnale Nero,  una saga dedicata ai vampiri dalle sfumature molto romantiche, avventurose e secsy (eddiciamolo che certe pagine sono un pop - porno).
La confraternita del Pugnale nero è una setta segreta di vampiri guerrieri che combatte per la sopravvivenza della propria razza. I personaggi sono molto ben costruiti, si finisce per affezionarsi a ciascuno di loro...
tant'è che ieri piangevo come una disgraziata, felice per le sorti di Rhage e della sua amata Mary. Fortuna che abito quasi al capolinea del treno e non c'era molta gente a vedermi con le guance striate di mascara.
Approfitto per ringraziare pubblicamente il Gran Maestro delle Letture Compulsive Magicamente Me che mi ha iniziata a questo mondo!
(ma lo vogliamo dire che il tizio della copertina non è per niente Rhage? che non gli porta le ciabatte, così come nella precedente copertina Beth sembrava candeggiata?? ...ma chi le sceglie, 'ste copertine? ...mah!)

lunedì 17 giugno 2013

riassunto delle puntate precedenti

Riassuntino degli ultimi giorni lontana dalla blogosfera.
...con Roswell non parliamo praticamente più, da quando l'ho pregato di non ignorare la casella di posta condivisa (visto che non avrei potuto farlo da sola causa ferie forzate + corso di formazione di 2gg). Alla sua replica "non mi devi dire tu quello che devo fare, vedi di pesare le parole", ho deciso che le parole le peso molto. Quindi non relaziono più le riunioni che faccio al posto suo, i progetti che  seguo su sua delega, gli articoli che scrivo e che dovrebbe controllare. Se chiede, mostro tutto senza ulteriori commenti. D'altro canto, ci ha tenuto a ricordare che il capo è lui, e lo tengo a mente. mi chiedo a cosa servano adesso i suoi tentativi di fare il conciliante con sms spiritosi, ma tant'è: in compenso le alte sfere hanno cominciato a capire chi davvero porta avanti la baracca, e io esco dopo 8 ore esatte potendo evitare l'angolo 'il diario di Bridget Jones' in cui gli racconto cosa sta succedendo.
...tutto ciò mi frutta tempo in più, che questo week end ho usato per:
  • andare a far le pulizie nel campeggio della parrocchia insieme a mr T, il Santo e Maria Rosa Bertolini. Ci siamo divertiti un sacco, anche se ora le mie ginocchia gemono. Tra i volontari infatti c'era Mastrolindo, che ha un'impresa di pulizie e mi ha insegnato che le pareti si lavano dal basso verso l'alto e s'asciugano dall'alto verso il basso: giù di piegamenti. (domanda: ma dove vado devo sempre trovare coglion@zzi? il cognato Embriagon del suddetto Mastrolindo, vedendo che il cognato rideva per i miei sforzi, ha borbottato "E allora? devo chiamare la sorella perchè le donne non stan giù di dosso?"...non commento perchè era l'alcol a parlare per lui...)
  • andare a provare le auto al circuito di Franciacorta al seguito della sorella Nanny, che lavora per una casa automobilistica. Provare un'auto di lusso nel percorso a birilli e far cag@re addosso l'istruttore... che quando gli ho detto "scusa, mi son fatta prendere la mano dopo anni di Matiz...che ora mi è pure morta" s'è impietosito e mi ha fatto fare un altro giro di pista
  • Fermarsi con la truppa al Franciacorta Outlet, l'unico posto dove c'è il negozio Carpisa...il che si traduce in un portafoglio a 3 euri
  • Evitare di cucinare e mangiare alla sagra della Sardegna, dove pasteggiamo a porcellino allo spiedo e seadas in due, con 18 euri di spesa
...insomma ho vissuto pericolosamente spendendo poco e niente.
La vita è bella.

mercoledì 12 giugno 2013

CONTRADDIZIONI DI INCULONIA

Realmente accaduto. Vado in posta per riscuotere un buono fruttifero: tra 15 giorni dovrei andare a prendere una piccola auto usata d'occasione, ma la devo sempre pagare.
Mi obbligano ad aspettare mezz'ora prima di riaccreditare il buono fruttifero.Questo il dialogo
“Ma signora, non è ancora scaduto”
“Sì, ma I soldi li ho bisogno adesso”
“ma fra 5 mesi scade”
“Mi faccia capire quale parte del 'mi servono adesso I miei soldi' non le è chiara”
“E' che da oggi dobbiamo avvisare in sede e attendere autorizzazione per ogni riscatto anticipato”.
M siedo allucinata ad aspettare. Cioè, davvero sto aspettando che qualcuno mi dica 'sì, puoi riprenderti ciò che è tuo di diritto e su cui non hai mai firmato un contratto vincolatario?! Non è un incubo? Al mio fianco una sciura con lo stesso destino...'bisogna aver pazienza coi capoccioni'...
No, maddechè? Scherziamo davvero?
Dopo mezz'ora dò evidenti segni di malcontento (diciamo che forse s'erano stufati di sentirmi bofonchiare le peggio cose) e senza autorizzazione dall'alto si decidono a liberare me e la signora, coi nostri sudati soldini.
Pazzesco.
Non paga, vado in farmacia, a prendere l'oki. Che è santa cosa, l'unica a liberarmi dal malessere da primo giorno di mestruazioni.
“Il ketoprofene...generico, per favore” chiedo con cortesia alla farmacista.
La quale mi squadra malevola.
“Vuol dire l'oki, no?”
“No. Vuol dire il ketoprofene, che è farmaco equivalente dell'oki.”
“Ehm -eeehm!”
Mi volto e riconosco da valigetta e Ipad l'informatore scientifico, che finora parlava con l'altra farmacista e che ora fa gli occhiacci alla mia.
“Signorina, deve farsi fare la ricetta se lo prende sempre. E vedrà che le daranno l'oki!” ribatte acida la farmacista.
“Non lo prendo sempre, e semmai, la ricetta me la farò fare. Mi dà il generico per favore?”
Esco sbattendo I tacchi e pensando che la prossima volta mi fermerò a Milano.
Perchè la vita a Inculonia è così, gente che dà sempre ragione ai signorotti di provincia e si fa ledere nei propri diritti in nome di stupidaggini precostituite tipo “il farmacista / il direttore postale ha sempre ragione”. Amo svegliarmi e vedere le montagne, ma a certi provincialismi faccio proprio fatica ad abituarmi.
Okay che viviamo nelle zone dei “promessi sposi”, ma il Seicento è finito da un pezzo!

martedì 11 giugno 2013

SCHERZI AL TELEFONO

 
suona insistente il mio Nokia nello sterminato open space dove lavoro. Lo ignoro perchè sto aiutando una collega, pur preoccupata che sia l'assicuratore: è scaduta la polizza della Panda...non appena riesco, controllo il display: il numero è sconosciuto, che sia proprio il mio assicuratore?
Richiamo immediatamente: “Pronto, sono Proletarina, ho ricevuto una chiamata da questo numero...” Dall'altra parte, una voce d'uomo dallo spiccato accento valtellinese mi dice “Sì, signorina...ho avuto il suo numero per vie traverse...la chiamo perchè...signorina, io impazzisco per lei...”
?!
????!!!!
Se c'è una certezza, è che non sono il tipo di donna che fa girare 20 uomini al suo passaggio...per cui colta assolutamente alla sprovvista, bofonchio un 'ma vada aff@nQlo' e riattacco.
(Nota bene: l'ho mandato a quel paese dandogli del lei. In bilico tra signorilità e basso linguaggio.
Praticamente una bipolare.)
Alzo gli occhi e l'open space mi fissa. Dante, il mio nuovo e bellissimo collega toscano, mi chiede che succede. Glielo spiego, mentre il telefono riprende a suonare con insistenza, lo stesso numero di prima.
“oh mamma, ma non sarà uno stalker?” si preoccupa Dante.
“Dante, l'unico che potrebbe perseguitarmi per qualcosa è l'assicuratore, visto che gli devo dei soldi...ma m'hai vista bene?!”
“Appunto, di pazzi ce n'è in giro tanti! Avvertiamo la polizia!”
(oddio, ora non so se devo proprio sentirmi lusingata...)
Ma se c'è una certezza è che sono una donna d'azione, quindi agguanto il telefono che trilla ancora e … “ascoltami bene, disgraziato, smettila subito o la prossima telefonata che faccio sarà ai carabinieri! Chiaro?” “Oddio Proletarina scusa, sono Camionista, l'amico di Mr T! Era solo uno scherzoooo!” con una risata di sollievo mi sciolgo in un 'ma sei un coglion@zzo', mentre attorno a me gli astanti ridono sollevati. “certo che posso rassicurare Mr T, tu le corna non c'è proprio rischio che gliele faccia, eh?! Volevo solo avvisarti che ho cambiato cellulare, segna il numero, mi raccomando!” “Puoi scommetterci” dico riagganciando.
Certo che …
'di pazzi ce n'è in giro tanti'
' non c'è rischio che faccia le corna'...
la mia autostima femminile vacilla :(

lunedì 10 giugno 2013

NUOVI ARRIVI: PUZZOLO

Per chi non lo sapesse, il soggiorno di Samara è terminato in fretta. L'hanno ripresa I vecchi padroni tra pianto e stridor di denti, mentre io e Mr T tiravamo le somme della devastazione cui ha sottoposto la Catapecchia: tende strappate, contenitori rotti...da noi proprio non stava bene.
Non passava però l'idea che Miciosauro avesse bisogno di un amico/a: qualcuno che gli facesse compagnia quando noi siamo al lavoro, o fuori casa per qualche motivo.
Ecco perchè non ho resistito quando su FB ho visto gli occhioni di un micino abbandonato che cercava casa, pubblicato dalla volontaria di un gattile. Abbiamo preso contatto, e ora vive con noi. Si chiama Puzzolo, perché oltre alla dimensione da nanetto, è soggetto a puzze devastanti: fa scoreggine e rutti a ciclo continuo, ha il pelo che sa un po' di rancidino (anche se ultimamente, a furia di bagnetti con aceto e olio essenziale alla lavanda, sta migliorando...)...d'altro canto veniva tenuto in un piccolissimo capanno da giardino insieme alla sorellina, dopo essere stato abbandonato nei campi. Una vita non facile, tant'è che ancora oggi come vede la ciotola di pappa si avventa famelico, come un sopravvissuto alla guerra: peccato che dopo essersi abbuffato non riesca manco a stare in piedi e si debba sdraiare, dormire e ...sgasare. Vivo con Shrek, insomma. Miciosauro s'è già abituato a lui, ed ecco una foto dove li vediamo condividere uno degli hobbies in comune: il pisoling estremo.

giovedì 6 giugno 2013

tonnata

Il titolo del post è volutamente ambiguo...perchè sono tornata nel web, ma sono anche tonnata come una vitella.

Oggi cammino come se avessi avuto rapporti carnali con tutta una squadra di rugby.
Effetto della tensione che abbandona il mio corpo dopo che
  • lunedì sono entrata al lavoro alle 8, e tornata a casa alle 20.30,
  • martedì sono entrata al lavoro alle 8, e tornata a casa alle 21.30
  • mercoledì sono entrata al lavoro alle 7.30, e tornata a casa alle 19.00 (quando sarei pure stata in ferie)
E' successo che, per i meeting coi venditori previsti da un mese, non era stato preparato manco 1 (uno, UNO) dei documenti da proiettare, o richiesta una sala, o stampato 1 (uno, UNO) programma.
E' successo che Roswell ha avuto il cagotto, Scrausy se n'è stata a casa mezza giornata per gli esami del sangue, e Bombarolo (il nuovo collega) era a casa in ferie.
E' altresì successo che Roswell e Scrausy avessero fatto di tutto, fino all'ultimo minuto, per non raccontare dell'organizzazione (per prendersi tutte le glorie, ma anche per tener nascoste le magagne). E pertanto è anche successo che mi sia dovuta purgare i loro ritardi organizzativi praticamente dormendo al lavoro, pregando altri colleghi di collaborare, ecc.
Per Qlo infame, siamo riusciti a far sì che i venditori intervenuti per il corso non si accorgessero delle numerose lacune del caso.
Tuttavia io so, ed anche gli altri sanno, che tutto questo non è successo. E' cercato, nello stesso modo per cui una donna che si sposa con un alcolista violento che ha numerose denunce alle spalle, mette in conto che prima o poi le arrivi una pizza in faccia; nella stessa maniera per cui se mi metto ubriaco al volante, potrebbe anche succedere che mi impasti contro un palo della luce; che se non cambio la batteria alla Panda 30 in pieno inverno, potrei restare a piedi.
Ecco perchè mi inc@zzo. Perchè se lo fai con cognizione che qualcuno potrebbe rimetterci per la tua cattiva gestione, allora ti prendi anche che - quando facciamo la riunione per vedere i risultati di ieri - io non taccia. Che ti dica in faccia che abbiamo comunque fatto cag@re, perché lavorare con questa pressione addosso per non saper stendere un'agenda è un INSUCCESSO.
E se questo mi è fruttato, come al solito, la fama di essere una rompipalle, a questo punto non me ne frega niente. Tanto ho già capito che qualsiasi cosa dica o faccia, tra Mimì Roswell e Cocò Scrausy, il mio ruolo è sempre quello di "Cagam'ocazz", di quella che interrompe l'idillio.
E gli va anche bene.
Perchè la prossima volta - se ignorano come al solito la voce della ragione e fanno come pare a loro - anche io andrò dove mi porta il cuore.
Ossia lontano dall'ufficio al giusto orario, e che s'arrangino da sè.

domenica 2 giugno 2013

informazione di servizio

non vi ho dimenticato, non sono scappata in Brasile per traffico di stupefacenti (anche se di stupefacenti, in questo periodo, ne avrei bisogno) non ho perso l'uso delle mani  e non vi scrivo attualmente col mio piede sinistro.
Sono solo nella p*pù.
Speriamo di riprendere le trasmissioni a pieno regime il prima possibile.
:(