Passa ai contenuti principali

"Persuasione" - seconda parte. E menomale che son proletaria!

...menomale che son proletaria perchè - Anne insegna - essere figlia di baronetto non dà la felicità.
Avevamo lasciato la nostra preda dei dubbi: Capitan Sfiguè (l'inutile amico degli Harville. So che ha un nome, ma è loffio e negativo e merita di esser soppresso dalla memoria) le muore dietro come pensa il cognato? Wentworth spasima davvero d'amore per Louise, la donna del bungee jumping dalla scogliera senza elastico?
Nel dubbio, va a Bath da quella rompic..., ehm, da lady Russell. La nostra cara Emira delle Rompiballe passa le sue giornate coi SempreRinco Sir Walter ed Elizabeth, che ora passano giorni felici al fianco di Mr Elliott, cugino redivivo. Chi è mai costui, se non quel tamarro che lumava Anne sul lungomare? Quando si dice che la sfiga non ha limite, la nostra Anne si ritrova preda del simpatico cugino, compito e pesante come un vaso di gerani...e tutto ciò proprio quando rivede l'amato Wentworth, libero da legami dopo che Louisa 'miss Muretto' Musgrove s'è fidanzata con Capitan Sfiguè! Come togliersi il tamarro dai piedi, quanto lady Rompic..., ehm Lady Russell stravede per lui??
Per fortuna Anne ritrova una disgraziata amica di giovinezza, che le apre gli occhi sulla falsità di Mr Eliott, che non può assolutamente diventar suo marito, anche perchè odia suo padre e sua sorella! (praticamente come il resto del genere umano). Tant'è, Anne capisce che ha già avuto la sua quota di pesantezza nella vita grazie alla sua famiglia, e lo scarica in allegria...aiutata in questa scelta da Harville. Nel corso di una conversazione, Wentworth sente che Anne è fedele al suo amore come un San Bernardo. Decide per una volta di praticare anche lui lo sport nazionale della contea (il 'non mi faccio i ca**i miei su prato') e scrive finalmente ad Anne, rivelandosi cinofilo: rivuole lei, e tutto il suo Sanbernardismo.
Bellissimo.
Voto: 8.

Commenti

Posta un commento

Post popolari in questo blog

COSSSS’EEEEEEH???! - STORIA DI UNA GRAVIDANZA INASPETTATA

i gruppi di whatsapp

A quanti gruppi di whatsapp siete iscritti?
Attualmente sono a quota 7. Un paio li ho pure mollati per strada.
Nella fattispecie erano i gruppi più 'psyco', quelli dove si annida lo stalker della qwerty che ti manda il massaggio pure per dirti che sta andando in bagno e la carta igienica è ruvida.
Il gruppo di whatsapp è specchio della vita sociale che fai.
C'è il gruppo "Camera cafè" (del caffè coi colleghi)
"I Kattivoni " (per sparlare dei colleghi che prendono il caffè)
"Domenica e festivi" (per la vita familiare)
"I Maledets" (quelli che bevono l'aperitivo tra colleghi ma NON invitano tutti)
"Gli allegri compari di Sherwood" (che l'aperitivo lo offrono proprio a tutti)
...e via dicendo.
Ci sono quelli che ti fanno scoprire le persone. Tipo il gruppo "La casa della prateria", creato coi vicini di casa: con quello, ho scoperto che sono finita ad abitare in una comune hippie.
Ci sono quelli di autoaiuto. …

Essenzialmente usare gli oli essenziali è essenziale

Son grasse soddisfazioni sapere che un proprio post genera domande perché significa che può essere utile a qualcuno.
Quindi scrivo questo post su come uso gli oli essenziali...ma sappiate che lo scrivo dal punto di vista della cavia umana e non del guru !   Quindi se qualche navigante avesse suggerimenti di altri utilizzi me li lasci nei commenti , può essere utile .
Partiamo dal presupposto che, avendo due gatti e una catapecchia della peggior specie (problemi di umidità ,  legno troppo stagionato ecc) quando vivevo a Inculonia ho cominciato a usare detersivi il più possibilenaturali e fai da te. In primo luogo mi spiaceva che i gatti potessero entrare in contatto con detersivi pericolosi semplicemente camminando sul pavimento bagnato .  Poi avevo letto su ALTROCONSUMO che -se si pulisce ogni giorno - aceto ,  Marsiglia e bicarbonato sostituiscono egregiamente i detersivi commerciali. Insomma, con la casa cadente pulire ogni giorno era il minimo ! e una volta fatta l'abitudine , …