tenerame

A Pasqua abbiamo realizzato il sogno del Nanino: svegliarsi con Puzzolo che gli lecca la faccia.
Da quando gli abbiamo spiegato che è la nostra sveglia quotidiana, non sta più nella pelle per provarla.
La sera di Pasqua s'è infilato nel lettone con noi, continuando ad agitarsi e saltellare.
Proletarina: "Ma Nanino, non vorrai mica scalciare tutta la notte come Sandra Mondaini?"
Nanino: "E' che zia, non ci posso fare niente, io...sono felice!"
E si allunga ad accarezzare i pelosi, ormai già comodamente acciambellati sui piedi.
Ecco, io avrò il cuore di burro...ma ogni volta che ci penso mi viene al cuore un nodone che si scioglie solo con un abbraccio.
Sono fortunata ad avere un Nanino così.

Commenti

Posta un commento

Post popolari in questo blog

i gruppi di whatsapp

Le pezze are back