Passa ai contenuti principali

Quel che i puntuali non dicono

Trovo su Fb quest'immagine, commentata dai tanti "aaah, sempre detto!" "eeeeh, proprio giusto!", "noi sì che siamo creativi!"...
...cari ritardatari.
Una vita ad aspettarvi mi ha insegnato più che Focus su di voi.
Una vita ad ascoltar risposte tipo: "eh, sono un tipo molto impegnato, arrivo in ritardo perché non posso permettermi di perdere tempo..."
Come se chi vi aspetta da un'ora invece avesse una vita vuota, disperata, e si realizzasse a star lì a struggersi mentre vi aspetta per andare a cena... col batticuore...
Ecco: il batticuore, in quel momento, non ce l'abbiamo. Abbiamo fame. Le mani che prudono per la voglia di piazzarvele in faccia visto che tardate da venti minuti e non vi siete degnati di chiamarci (ehhhh, che pretese! si sa che voi dovete salvare il mondo!...o quanto meno rinvenire le scarpe nella scarpiera). Abbiamo le orecchie che fischiano e allucinazioni uditive in cui ci chiamate per liberarci della vostra presenza e permettere al gruppo dei puntuali di andare a magnare. Abbiamo quel raspino in fondo alla gola per la voglia di dirvi che alla prossima potete anche stare a casina vostra, se uscire con noi è un peso e un impegno tale da doverlo incastrare nella vostra fittissima agenda...
E quando arrivate paciosi, senza manco scusarvi, dopo 40 minuti di attesa, mentre il ristorante ormai ha mandato a benedire la prenotazione...
...sappiate che sì. Voi siete i simpatici.
Siete i creativi.
Siete i più impegnati e ricercati.
E giustamente avete un'agenda taaaanto piena.
Non ha senso indugiare nell'educazione, siete al di sopra, è già palese che siete educatissimi.
Noi siamo i c@g@c@zzi, quelli che se la prendono, e non c'abbiamo un cavolo di meglio da fare che aspettarvi.
E siccome siamo quelli coi difetti e voi no, siamo certi che sarete magnanimi, soprattutto in considerazione che siamo già seduti a tavola, abbiamo mangiato senza di voi e siamo già all'ammazzacaffé!

(all true: dopo una vita ad aspettare un'amica ritardataria in modo patologico, se tarda agli appuntamenti più di un quarto d'ora me ne vado senza di lei...ma sentire giustificazioni assurde sui ritardatari mi sa dare ancora i nervi!)

Commenti

  1. la prima volta che sono uscita con Coso gli ho detto che se tardava di 5 minuti non mi ci trovava :D
    uomo avvisato...

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

COSSSS’EEEEEEH???! - STORIA DI UNA GRAVIDANZA INASPETTATA

i gruppi di whatsapp

A quanti gruppi di whatsapp siete iscritti?
Attualmente sono a quota 7. Un paio li ho pure mollati per strada.
Nella fattispecie erano i gruppi più 'psyco', quelli dove si annida lo stalker della qwerty che ti manda il massaggio pure per dirti che sta andando in bagno e la carta igienica è ruvida.
Il gruppo di whatsapp è specchio della vita sociale che fai.
C'è il gruppo "Camera cafè" (del caffè coi colleghi)
"I Kattivoni " (per sparlare dei colleghi che prendono il caffè)
"Domenica e festivi" (per la vita familiare)
"I Maledets" (quelli che bevono l'aperitivo tra colleghi ma NON invitano tutti)
"Gli allegri compari di Sherwood" (che l'aperitivo lo offrono proprio a tutti)
...e via dicendo.
Ci sono quelli che ti fanno scoprire le persone. Tipo il gruppo "La casa della prateria", creato coi vicini di casa: con quello, ho scoperto che sono finita ad abitare in una comune hippie.
Ci sono quelli di autoaiuto. …

Essenzialmente usare gli oli essenziali è essenziale

Son grasse soddisfazioni sapere che un proprio post genera domande perché significa che può essere utile a qualcuno.
Quindi scrivo questo post su come uso gli oli essenziali...ma sappiate che lo scrivo dal punto di vista della cavia umana e non del guru !   Quindi se qualche navigante avesse suggerimenti di altri utilizzi me li lasci nei commenti , può essere utile .
Partiamo dal presupposto che, avendo due gatti e una catapecchia della peggior specie (problemi di umidità ,  legno troppo stagionato ecc) quando vivevo a Inculonia ho cominciato a usare detersivi il più possibilenaturali e fai da te. In primo luogo mi spiaceva che i gatti potessero entrare in contatto con detersivi pericolosi semplicemente camminando sul pavimento bagnato .  Poi avevo letto su ALTROCONSUMO che -se si pulisce ogni giorno - aceto ,  Marsiglia e bicarbonato sostituiscono egregiamente i detersivi commerciali. Insomma, con la casa cadente pulire ogni giorno era il minimo ! e una volta fatta l'abitudine , …