giovedì 4 dicembre 2014

Catania

Ogni tanto capita, per lavoro, di fare degli incontri.

Talvolta belli.

Talvolta, direbbe Conte, ‘agghiaggiandi’.

Come quello con Catania.

Catania e io ci siamo incontrati all’inizio di ottobre, quando abbiamo lavorato assieme.

Da lì, con la scusa di alcune questioni di lavoro, abbiamo cominciato a sentirci.

Poi, mi ha chiesto l’amicizia su FB.

Dove ha cominciato a mandarmi messaggi privati.

Niente di sconcertante, semplici “come stai?”, “oggi sei in viaggio per lavoro, tutto bene, sei arrivata tranquilla?”

Cose che fanno anche piacere…

Per poi accorgermi che conosceva un po’ troppe cose su di me, cose che non poteva aver saputo solo su FB…tipo il mio numero di cellulare. E spingerlo a confessarmi che sì, l’ha ricavato dal database dell’azienda.

Cioè, roba da stalker.

Le telefonate sono sempre di più, così come il suo sbilanciarsi.

Sennonché, a un certo punto confessa…che sta per sposarsi. Candidamente.

No, ma cioè.

Ma sono solo io a pensare che sia una storia allucinante?

Posto che non è mai accaduto nulla meno che casto tra noi…ma possibile che ci siano uomini che progettano dichiarazioni d’amore con anello in romantiche capitali europee, visitano pittoreschi agriturismi per ricevimenti e nel contempo si tramutano in stalker con colleghe (sposate) che non gli danno nemmeno spago?

Ho capito che viviamo in un mondo veramente assurdo, e che a pensarla in un certo modo siamo poche mosche bianche…

3 commenti:

  1. sei troppo fascinosa :D
    comunque il mondo è davvero strano

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma quale fascinosa. Almeno.
      E' che c'è tanta fame nel mondo!

      Elimina
  2. è un mondo un po' viscido. sono contenta di non farne parte!

    RispondiElimina