lunedì 31 marzo 2014

il cambio dell'ora è faccenda innaturale

...e lo capisci con certezza il lunedì mattina, quando la sveglia suona alle solite 6.30 e il tuo compagno di cuscino (Puzzolo) ti guarda con gli occhi rossi e il fumetto: "Ma dove cacchio vai, che sono ancora le cinque e mezza?...stai qui, non mi sono nemmeno organizzato per il momento - grattino, non puoi andartene!..."

mercoledì 26 marzo 2014

domanda

Quando arrivi al lavoro e scopri di esserti messa il dolcevita blu invece di quello nero, è ora di
A) metterti gli occhiali appena sveglia,
B) convincere tuo marito che cambiare quella lampadina da 30W che illumina tutta la camera può essere un investimento anche per il futuro?

giovedì 20 marzo 2014

RECEMPSIONE Una Crociera Pericolosa

da ibs.it
Cosa c'è di più rilassante di una crociera di lusso? O di più inquietante? Alvirah Meehan, vincitrice di un premio a una lotteria per detective dilettanti, il marito Willy, l'investigatrice Regan Reilly e il suo novello sposo Jack tornano a regalarci un inverno di ghiaccio bollente, salendo a bordo di una splendida nave diretta ai Caraibi, Tra i passeggeri: i genitori di Regan, la giallista Nora, con il marito Luke, e cinquanta scrittori mystery, convenuti insieme ai loro più fedeli lettori per un seminario dedicato a una celebre firma recentemente scomparsa. Una vacanza da sogno... O da incubo: un anziano fan intravede lo spettro dell'autore deceduto, un uomo non dà più notizie di sé e una tempesta improvvisa manda fuori rotta l'imbarcazione che rischia la collisione con un altro natante. Per Alvirah e Regan è meglio indagare il fondo dell'enigma che il fondo del mare...
Bello, bello.
Ormai il secondo libro che leggo di questa autrice ('na specie di Jessica Fletcher un po' più rosa), dedicato al personaggio di Alvirah, ex donna delle pulizie, vincitrice di lotteria e investigatrice a tempo perso.
Davvero godibile! 

mercoledì 19 marzo 2014

#100happydays

Ho deciso di aderire anch'io a quest'iniziativa, che ha segnalato l'amica Moma  (a sua volta invitata da Nuvolette ...)
in cosa consiste?
Ecco il regolamento tratto da http://www.100happydays.com/it/
Viviamo in un'epoca in cui avere un'agenda piena è diventato qualcosa di cui vantarsi. mentre la vita diventa sempre più frenetica, abbiamo sempre meno tempo per approfittare del momento presente. Per ogni essere umano, La capacità di apprezzare se stessi nel momento e nell'ambiente circostante in cui ci si trova è il primo passo per raggiungere uno stato di felicità duratura. Il 71% delle persone che hanno accettato questa sfida, ci hanno rinunciato. Il loro motivo principale era "non avevo tempo".Queste persone non avevano tempo per essere felici, e tu?
Come? Un gioco da ragazzi!


Ogni giorno, invia una foto di ciò che ti ha reso felice!
Può essere qualsiasi cosa: da un appuntamento con un tuo amico, a un buonissimo tiramisù al ristorante; dalla piacevole sensazione di rientrare a casa dopo una giornata di duro lavoro, a un piacere fatto a uno sconosciuto.
La sfida #100happydays è per te e per nessun altro. Non è una gara di felicità o un concorso per mettersi in mostra. Se con le tue foto provi ad accontentare/rendere gli altri gelosi, perdi in partenza. Lo stesso vale se imbrogli.
Perche dovrei farlo?
Le persone che hanno completato con successo la sfida hanno affermato che:
 - ci si rende conto ci ciò che ci rende felici ogni giorno;
 - si è di buon umore ogni giorno;
 - si ricevono più complimenti dagli altri;
 - ci si rende conto della fortuna che si ha di vivere la propria vita;
 - si diventa più ottimisti;
 - ci si innamora durante la sfida.

PRONTA!
Al termine...vi posterò i miei migliori momenti!


martedì 18 marzo 2014

la fuga dei cervelli

In fondo lo sapevo: appena avessimo comprato casa lontano da Inculonia, gli amici di Mr T mi avrebbero messo il muso.  (Sia mai di trascinare l'amico lontano dal gruppo del paese, degli amici di sempre, anche se ci si vede una volta al mese...) E così è stato.
Tant'è che domenica, quando ci siamo incrociati, c'è stata una certa freddezza, accompagnata da frecciatine...
"Eh, sono sempre i migliori quelli che se ne vanno..." (toccate ferro. per favore.)
"E poi si parla di fuga dei cervelli, vedi?!"
Sennonchè ci corre incontro un cagnetto.
Libero, senza guinzaglio, spaventatissimo fa lo slalom tra le auto.
Lo placco, e noto che sulla targhetta c'è un numero di telefono: "Chiamiamo, forse s'è perso..."
Mr T esegue, scambia qualche parola: "Sì, abbiamo trovato il suo cane...in via Volta...Ah...Ahhh....Ah?"
E riattacca, attonito.
"Ma che c'è, arriva?", gli chiedo.
"Ehm...no, dice che lo fa sempre, ma poi torna...ora ci pensa lui..."
In quel mentre sentiamo il "quaquaqua" di un richiamo per anatre. Il cagnino drizza le orecchie e parte in picchiata dietro il suono, inerpicandosi su per una stradetta.
Ci guardiamo senza parole: evidentemente il padrone lo richiama così.
Mi volto a guardare il tizio della battuta precedente.
"Guarda che qui, da Inculonia, i cervelli sono già fuggiti....da tempo..."
Ci ride su.
Beh, almeno hanno capito le mie motivazioni!!!

sabato 15 marzo 2014

Metti una sera a cena

Metti che l’amica del Qlo, che non si fa sentire da prima del tuo aborto, d’improvviso ti scriva un messaggio “dai, dai, vediamoci!”. Metti di non risponderle subito e di vedere che ti sollecita.
Metti di chiamarla, e di scoprire così il vero motivo: una conoscente (tua) e amica (sua) sta cercando qualcuno che sappia fare un certo lavoro. Metti che ti chieda pure cosa mai dovessi fare in ospedale. Metti che liquidi il tutto con un “ah mi spiace”.
Metti che senti la suddetta conoscente, che invita a cena te e consorte.
Che ti accoglie a braccia aperte cucinandoti una cena speciale. Che si stupisce che l’amica del Qlo sia arrivata puntuale assieme a te (“di solito ritarda di almeno un’ora…” mi sussura. “Si vede che temeva il brutto confronto con voi” conclude il suo compagno).
Metti che passi una bella serata, dove la Conoscente ride ad ogni tua battuta e ti offre di tornare a cena ogni volta che vuoi.
(e te lo ripete il giorno dopo, per messaggio).

E a quel punto sai che, se l’Amica del Qlo fa così giusto per invidia/gelosia, in fondo a te la faccenda fa…ridere il Qlo!

giovedì 13 marzo 2014

mercoledì 12 marzo 2014

a proposito di Jane Austen!

...sono molto fiera del risultato! E curiosa di sapere cosa uscirà a voi!
(ps: è anche un ottimo esercizio di inglese...)

martedì 11 marzo 2014

RECEMPSIONE: “IL SEXY CUB DEL CIOCCOLATO”

Chick- lit letto giusto perché passatomi da un’amica in ebook…e a dirla tutta, non gli avrei dato due lire. Invece, un libro carino e divertente.
Trama: Quando i problemi sentimentali chiamano, il cioccolato risponde. Questo è il segreto di Lucy, Autumn, Nadia e Chantal, un quartetto di amiche londinesi – assillate da uomini di volta in volta goffi, impotenti, viziosi e irascibili – che, come antidoto alle delusioni amorose, si incontrano nella migliore pasticceria della città per mangiare cioccolatini prelibati e trovare le soluzioni alle più disparate questioni di cuore. Nasce così 'Il sexy club del cioccolato': una società segreta che si riunisce quando una delle sue aderenti invia alle altre un sms con su scritto «emergenza cioccolato » e in cui l’unico uomo ammesso è Clive, splendido pasticcere omosessuale. Forti dell’aiuto reciproco, le amiche vivranno insieme indimenticabili avventure romantiche. Storie in cui si versano lacrime, si soffrono pene d’amore e si mangia cioccolato, finché le ragazze, sms dopo sms, arrivano tutte alla stessa conclusione: gli uomini passano, il cioccolato e l’amicizia restano!
Certo in alcuni punti è un po’ scontato, sai quel che sta per succedere dalla prima riga.

Però in altri sa sorprendere e divertire davvero. Promosso!

lunedì 10 marzo 2014

DOMENICA POMERIGGIO, A FAR PERDERE TEMPO A ONESTI LAVORATORI

“Bella la passeggiata. Però che dici, ci fermiamo a fare un giro al famigerato centro veneto del mobile?”, mi propone Mr T di ritorno da una passeggiata al parco.
“Quello super super bello, e super super caro?...non so se abbiamo il budget…” obietto.
“Sì, però guardare è gratis… e tu hai in casa il falegname che può clonarti i mobili!”
“Se la metti così…”
Entriamo nel tempio della stilosità. Che colori, che belle linee! Ma i prezzi? …riusciamo a sbirciarli?
“Ragazzi, posso aiutarvi?” ci raggiunge una biondona commessa.
“Mah, sa…diamo giusto un’occhiata per farci un’idea…” replico.
La Biondona insiste “sì ma la casa l’avete già comprata?”
“beh, sì…” farfuglio…
“Allora cosa cercate? A che budget?”
Ma che vuole questa?! Ma accidenti, per un’occhiata…ma ti fai i fatti tuoi?
Con l’intenzione di liquidarla il prima possibile buttiamo là un “Ma sì, una camera…massimo 2.000 euri…”
“Ah, seguitemi, ho ciò che fa per voi!”
Comincia a farci fare una gara da centometristi per il negozio (no, non la maratona…almeno con quella avremmo avuto modo di dare un’occhiata!!); si ferma in una camera, che nemmeno si preoccupa sia di nostro gradimento, dopodiché ci trascina nell’ufficio per un preventivo.
“Dunque” esordisce la Biondona “per l’armadio che vi piace (e chi l’ha mai detto? – nota bene) sono 1950 euri. Più due cassetti interni…ci vogliono 135 euri in più. Ma ne vorrete almeno due no?”
A questo punto, mi ha dato letteralmente sui nervi. Ma ascolta, non mi lasci guardare nulla, mi imponi quel che vuoi tu, te ne freghi del mio budget…e adesso mi diverto io!
“Ma certo” dico melliflua. “Però vorrei quella a tre cassetti… e il gruppo comò e comodini in tek, a linea stondata, chiaramente…E il letto? Uh, chiaro, quello in vera pelle bianca, con luci incorporate…”
Le brillano gli occhi, mentre il simbolo dell’euro si fa scintillante. “Ma sicuro! Serve anche la rete?”
“Direi di sì. La superortopedica!”
“Ma …ma …”Mr T è sconvolto. “Ma forse basta anche quella che già abbiamo no?”
“Ma no, tesoro”, lo tranquillizzo. “Sulla salute, non si risparmia. Ah, e poi: questa specchiera qui, quella da 660 euri”.
La tipa gongola, le dita volano sulla calcolatrice. “Ecco, e con lo sconto fanno: 4000 euri! Giusti giusti, consegna inclusa…”
Mr T prova a obiettare “forse potrei venire a prendere i mobili, e montarli da me…”
La Biondona: “Guarda, alla fine risparmi solo 300 euri e perdi la garanzia…”
“No tesoro, dai. Dobbiamo pur tenere la garanzia!!”
Ringrazio e prendiamo il preventivo.
Saliamo in macchina, mentre Mr T resta muto come un pesce.
Facciamo un km nel completo silenzio, con un marito annichilito.
Fino a che scoppio a ridere: “Ma hai visto quella pazza? Solo la specchiera aveva già fatto fuori tutto il nostro budget!”
Mr T mi fissa con tanto d’occhi: “Ma…allora non vuoi comprare davvero tutta quella roba?”
“Ma ti pare?! Già di certo non saprei dove recuperare 600 euri per la camera…e ‘sta pazza vuole farmi spendere 4.000 euri per qualcosa che non sa nemmeno se mi piace? Tiè! A questo punto ti faccio pure perdere tempo, visto che insisti!”
Respira profondo…“credevo avessi vinto il lotto e non m’avessi detto nulla…”

Odio far perdere tempo a chi lavora, ma quando ce vo’, ce vo’!!

sabato 8 marzo 2014

auguri



auguri a loro...
...alle donne incinte o anziane, che ogni giorno prendono i mezzi e restano regolarmente in piedi (e il solito bifolco commenta 'mica l'ho messa incinta io')
...auguri alle colleghe che - come me - devono tollerare un capo imbecille che parla con la loro scollatura e non con loro...
...auguri alle ragazze che studiano e lavorano, come Maria, che s'è fatta tre mesi lontana da casa a lavorare come postina perché 'devo mettere da parte un po' di soldi, se voglio tentare l'esame come insegnante'...
...auguri alle madri, alle nonne, alle ragazze, alle lavoratrici, alle studentesse.
Auguri a noi.
Annusiamoci 'sta mimosa 'puzzona'...ma ricordiamoci che l'otto marzo deve essere 365 giorni.

giovedì 6 marzo 2014

io non mi tiro indietro! - SFIDA ALLA LETTURA

...come posso sottrarmi alla sfida lanciata da Moma
Creare tra blogger un Jane Austen book club, che da aprile in avanti, mese per mese, si dedicherà alla lettura di un libro di Jane...
Ossia:

  • Aprile - Persuasione
  • Maggio - L'abbazia di Northanger
  • Giugno - Emma
  • Luglio - Mansfield Park
  • Agosto - Orgoglio e Pregiudizio
  • Settembre - Ragione e sentimento
E finalmente renderò degno l'acquisto di questo tomone in tempi non sospetti!
(piccola nota autobiografica...
la prima volta che ho letto Orgoglio e Pregiudizio ero una liceale alle prese coi compiti delle vacanze.
Era agosto, ero tornata dal campeggio con le suore e aspettavo che mamma e papà prendessero ferie (a fine agostoooo!) per andare a trovare i parenti in Veneto. Insomma, la lunga estate calda e deprimente...non fosse stato che mi sono innamorata. Di Darcy.
Che bell'estate, al parco, a leggere in riva al laghetto. Mi piace l'idea che quest'anno potrò riviverla...l'azienda chiude, soldi per le vacanze pochi, dopo l'acquisto di casa...mi sa che l'Idroscalo e Jane Austen mi aspettano!)

mercoledì 5 marzo 2014

Il FIGONE DEL MESE - LLORENTE

Cortesemente...
...da non juventina... (ma costretta a sorbirsi tutte le partite, visto che Mr T lo è...)
Ma si potrebbe fare segnare un po' più lui che Tevez? almeno lui è un bel vedere...
(mentre Tevez, se lo incontri al buio, rischi un infarto al miocardio...)

martedì 4 marzo 2014

recempsione PASSION di Lauren Kate

Luce e Daniel one more time.
L'amica nostra ha deciso, di 'annunziatore' in 'annunziatore' di infilarsi nel suo passato, nella ricerca del perché del suo amore con Daniel...incontrando anche personaggi inquietanti.
Che dire?
Devo avere un lato masochista, perchè a pagina 100 non ne potevo già più.
Anche l'autrice non sapeva più cosa inventarsi, a parte un sacco di scempiaggini melense.
Il bugiardino del Maalox è stato una lettura più appassionante.
Oltretutto, un Maalox serve...perché a un certo punto è così stucchevole che fa correre al bagno col mal di pancia.
Tuttavia, ho fatto 30...farò 31, e ho già 'impacchettato' Rapture, l'ultimo capitolo della serie. Speriamo bene!

lunedì 3 marzo 2014

Ci sono giorni che il telefono squilla,
che Bombarolo non c'è,
che ti piazzano da fare dei lavori che ti fanno ammattire, e alzare dalla sedia con la spina dorsale così contratta che ti senti arrotolata come un fusillo...
....poi il Prof ti porta una tavoletta di fondente al 70% all'arancia perché "sei stata proprio brava"...
...e quasi quasi ti distendi un po'.
Che buono il fondente al 70% della Caffarel!