Passa ai contenuti principali

Non ve lo diranno mai



Non ve lo diranno mai, o se ve lo diranno vi traumatizzeranno. Perché avete fatto di tutto per negare la realtà, pure a voi stesse. Avete creduto di essere seventeen forever, invece no.
Quindi, prima che finisca come tra me e la mia compagna di scrivania Cavallo Pazzo (che un giorno è arrivata e sorridente mi ha detto “stasera ti devi lavare i capelli, te lo dico” lasciandomi attonita – imbarazzata – inorridita –) si parte con il numero 1…
1. lo specchio non serve solo per ampliare gli ambienti. Può essere doloroso ma meglio dirsi “mii che faccia” che scoprire di avere qualcosa di strano addosso
2. i baffi sono baffi. Se sono pochi, si va di pinzetta, se sono tanti di ceretta o crema depilatoria. Lasciate perdere gli schiarenti. Se fate i baffi biondi, sembrerete solo Aramis.
3. il capello bianco non si scurirà per magia, né si autoriflesserà. Se non volete pensare di non aver più diciotto anni, raccontatevi che è il momento di valorizzare la carnagione o gli occhi con un colore scuro…raccontatevela voi perché sennò ve la racconta lo specchio (vedi punto 1) o Cavallo Pazzo. O come alla mia amica Gi, vostra mamma al pranzo di Natale. Che finisce a schifio.
4. La Nivea è profumosa, sì sì. Ma prendete atto che dopo i 25 anni ci vuole la Cera di Cupra. Perché quelle lì non sono le pieghe del cuscino.
5. Sai quel dolorino fisso all’anca? No, non hai dormito storta e con le chi@ppe al vento.
È la sciatica.
Che viene alle vecchiette.
Rivoglio i brufoli…

Commenti

  1. A me i brufoli son tornati: dopo l'ospedale mi han detto di sospendere l'anticoncezionale et voilà! Brufoletti ovunque!
    Sto ringiovanendo :)

    RispondiElimina
  2. quando ero giovane davvero vedevo un brufolo ed era una tragedia. ora vedo un brufolo e gioisco: son cccciovane!

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

COSSSS’EEEEEEH???! - STORIA DI UNA GRAVIDANZA INASPETTATA

i gruppi di whatsapp

A quanti gruppi di whatsapp siete iscritti?
Attualmente sono a quota 7. Un paio li ho pure mollati per strada.
Nella fattispecie erano i gruppi più 'psyco', quelli dove si annida lo stalker della qwerty che ti manda il massaggio pure per dirti che sta andando in bagno e la carta igienica è ruvida.
Il gruppo di whatsapp è specchio della vita sociale che fai.
C'è il gruppo "Camera cafè" (del caffè coi colleghi)
"I Kattivoni " (per sparlare dei colleghi che prendono il caffè)
"Domenica e festivi" (per la vita familiare)
"I Maledets" (quelli che bevono l'aperitivo tra colleghi ma NON invitano tutti)
"Gli allegri compari di Sherwood" (che l'aperitivo lo offrono proprio a tutti)
...e via dicendo.
Ci sono quelli che ti fanno scoprire le persone. Tipo il gruppo "La casa della prateria", creato coi vicini di casa: con quello, ho scoperto che sono finita ad abitare in una comune hippie.
Ci sono quelli di autoaiuto. …

Le pezze are back

Innanzitutto un applauso alla ministra Lorenzin.
No, perché obiettivamente è difficile,  difficilissimo far arrabbiare almeno 3 milioni di italiani ogni volta che si apre bocca: ma lei ce la fa ogni volta.
Striscia la notizia ha intervistato la nostra in merito alla campagna di Civati contro la tassazione degli assorbenti al 22%. La ministra ha giustamente dichiarato di appofappoggiare l'iniziativa,  Salvo poi sbrodolare con un : "mica si può tornare all'800 con le pezze di cotone".
I beg  your pardon?
CERTO, CERTISSIMO CHE SI PUÒ! E aggiungerei: si deve.
Come sapete per Pannolina uso pannolini lavabili. Ma durante il periodo del puerperio mi sono convinta e sono passata anche per me al lato lavabile del ciclo.
Diciamo che un'episiotomia fatta in modo agghiacciante e particolarmente dolorosa da rimarginare mi ha convinta a utilizzare 2 assorbenti lavabili che avevo comprato,  più per curiosità che per convinzione,  ad una fiera. La svolta!morbidi,  lisci, molto p…