giovedì 5 marzo 2015

Via Col Vento tappa 3 e tre quarti

Eh già, perchè Via col Vento non lo leggi con le tappe regular: minimo ci scappa sempre dentro una pagina in più, un paragrafo in meno...
Perchè in effetti ha un ritmo molto diverso dal film, dove le tappe più avvincenti sono proprio quelle iniziali, più glamour, e finali, più drammatiche. Invece del libro mi sta piacendo tantissimo anche la parte centrale, quella legata alla ricostruzione.
Il personaggio di Rossella viene fuori prepotente: una combattente pronta a tutto per sopravvivere, ma anche angosciata dalla profonda solitudine in cui è costretta a vivere, sia pure per aiutare gli altri.
E invece...quanto è fantastico Rhett?
Inevitabile innamorarsi del pirata Butler. Perchè è sfacciato e sincero, in un mondo pieno di convenzioni.

E poi questa tappa è fantastica perchè...chi di noi non ha sognato almeno una volta di indossare il vestito tenda?!




Ah...curiosità! Negli anni '80 fu pubblicato su "Candy Candy", giornalino di Fabbri Editori, il fumetto a puntate di Via Col Vento. Da mia sorella Osama ho ereditato la collezione...e devo dire di ricordare benissimo i disegni, perchè erano veramente bellissimi! E devo dire che ricalcava molto fedelmente il romanzo. Peccato che poi fu sospesa la pubblicazione!

1 commento: