lunedì 20 aprile 2015

Piccole donne # becoming Jo



Cercavo di essere Amy, come già vi dissi.
Ma fare la Amy, richiede molto impegno.
Essere all’altezza della buona società, pettinarsi i capelli in bei ricciolini, coltivare ambizioni e sapere come rinunciare senza rimpianto.
E una ci prova pure, a fare la Amy.
Finchè nella rilettura, ti scopri ad essere quella che:

  • nelle recite a teatro fa sempre ruoli buffi
  • fa dello scrivere racconti un secondo mestiere
  • è il migliore amico di un ragazzo
  • non si fa problemi a partire, zaino in spalla, all'avventura
  • lavora praticamente da sempre pur di non pesare sugli altri
  • per chi ama è disposta a vendersi anche i capelli
...e capisci che non ci sono balle, sei Jo.
Sei una di quelle che si tormenta perchè vuole essere libera ma anche far la cosa giusta...


3 commenti:

  1. Tutti vogliono essere Jo.
    Non sarei capace a essere buona e altruista come Beth o calma e pacata come Meg e ci vuole troppa costanza per essere Amy, non ne vale la pena anche se si accaparra Lory

    RispondiElimina
  2. Infatti sei una bellissima persona! :-)

    RispondiElimina
  3. piango Nuvolette...;( grazieeeee

    RispondiElimina