sei tu la mia città #love Milano

Amo la mia città. Non parlo di Stars Hollow, dove pure sono felice di migrare ogni sera.
Parlo di Milano.
Della mia Milano, che mi ha adottato sedici anni fa...
Dove ho fatto l'università, dove ho trovato amici, sogni, il lavoro della mia vita.
Dove sono morta e risorta un milione di volte.
Milano che ti avvolge in tristezze pesanti come trapunte che piano piano ti avvolgono e ti tengono caldo.
Dei tram arancioni come mandarini che sbucano dalla nebbia a rallegrarti.
Del vino fresco bevuto sui Navigli d'estate, o nei giardini di Isola.
Milano è bellissima.
Milano è mia.
Per questo quando sento un gruppo di idioti che ci prendono in giro, che per un presunto diritto di protestare (perché? per cosa?...le stalle le chiudi prima che i buoi fuggano...) vi giuro che prende anche a me la voglia di spaccare.
Di spaccare a loro le ginocchia.
Ma anche la testina.
L'importante è che non offendano, non addolorino la mia cara città, che mi vuole bene come una zia che ti infila ogni giorno una caramella alla menta in mano, prima di salutarti con una carezza.

Commenti

Post popolari in questo blog

i gruppi di whatsapp

Le pezze are back