domenica 19 luglio 2015

Voglio essere grassa come la D'Ospina


Voi la ragazza nella foto sopra la definireste mai "grassa"?
Io no, mai.
Soprattutto visto che provengo da una famiglia dove, tra obesità, anoressia, bulimia ne abbiamo viste di tutti i colori, chi più e chi meno.
Sono io tra i meno? Forse. Sta di fatto che da teenager, quando sei più fragile e sensibile, certe prese in giro dei compagni mi hanno spinta a farmi parecchio male. E le immagini dei media - quelle cool, da imitare, che proponevano l'immagine della salute Kate Moss come esempio - non aiutavano per niente.
Ecco perchè sono trasalita leggendo una notizia come questa qui.
Detto per inciso poi, quella imbornita di Guia Soncini ve la voglio proprio far gustare a paragone della D'Ospina.
(tirarsela con quella faccia e quel look, attaccando un'altra perchè 'forse' pesi 5 chili meno ...e sei alta 20 cm meno...vuol dire che ti stai attaccando alla canna del gas).
Me la prendo, sì ME LA PRENDO PROPRIO quando vedo attaccare modelle come la D'Ospina, che riportano i media finalmente alla ragione quanto a pretese sull'aspetto delle donne.
Perchè una come Kate Moss, o Angelina Jolie, non è da prendere ad esempio. E' una magrezza malata. Magari non per loro, magari lo sono di costituzione, ma l'85% delle donne per essere così deve rovinarsi la salute e fare cose ai confini della realtà.
E peraltro...
Se l'attesa della 'giornalista' era passare per acuta, ironica e sarcastica, battendo la rivale quanto a intelligenza...
L'intelligenza di una persona del genere si commenta da sè.
E'inversamente proporzionale all'insensibilità.

Nessun commento:

Posta un commento