donne

"Che poi, non aspettatevi da me la mimosa, domani. Tanto è solo una festa commerciale" annuncia il Prof a tutto l'open space.
Che invece poi,  ti basta guardare un telegiornale.
Femminicidi. Dalla professoressa di Torino alla donna di Noventa, un proliferare di str... narcisisti che usano le donne per il proprio ego...o il portafoglio.
Oppure, buttare l'occhio alla busta paga di un collega.
Che ha iniziato insieme a te, ha fatto forse meno gavetta, ha assunto le stesse responsabilità. E misteriosamente prende 100 euri in più. (viene il dubbio che li paghino per il pisello).
Basta leggere uno di quei begli articoletti sul giornale, dove si parla di quel super coerente di Vendola.
Per ritrovarsi a pensare se sia dignità trattare una donna come un utero da affittare, come un'incubatrice con le gambe.
Basta pensare ad ogni pausa caffè lavorativa, dove ti fanno sentire mezza donna, se non hai ancora figli,  o madre snaturata, se ce li hai e li lasci al nido.
O ad ogni volta che sali sui mezzi, e vedi una signora con un panzone di 8 mesi fissare con desiderio quel posto che le è riservato per diritto da un adesivo...e occupato da un/a stronzo/a che finge ostentatamente di leggere il cellulare.
Ecco, il brutto è che c'è chi la considera una festa, e per di più commerciale.
E dovrebbe invece servire per ricordare, a tutti, che sono le donne che mandano avanti il mondo.
Non fosse altro che al mondo ti ci mettono.
E alla faccia di chi ci vuole male (tanti...anche tra le quote 'rosa')
TANTI AUGURI.


Commenti

  1. io è un giorno che odio... son sempre molto polemica al riguardo....

    RispondiElimina
  2. Anche io non lo festeggio e poi l'odore delle mimose mi fa stare male. Molto meglio la torta mimosa, quella mi piace

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

i gruppi di whatsapp

Le pezze are back