Passa ai contenuti principali

donne

"Che poi, non aspettatevi da me la mimosa, domani. Tanto è solo una festa commerciale" annuncia il Prof a tutto l'open space.
Che invece poi,  ti basta guardare un telegiornale.
Femminicidi. Dalla professoressa di Torino alla donna di Noventa, un proliferare di str... narcisisti che usano le donne per il proprio ego...o il portafoglio.
Oppure, buttare l'occhio alla busta paga di un collega.
Che ha iniziato insieme a te, ha fatto forse meno gavetta, ha assunto le stesse responsabilità. E misteriosamente prende 100 euri in più. (viene il dubbio che li paghino per il pisello).
Basta leggere uno di quei begli articoletti sul giornale, dove si parla di quel super coerente di Vendola.
Per ritrovarsi a pensare se sia dignità trattare una donna come un utero da affittare, come un'incubatrice con le gambe.
Basta pensare ad ogni pausa caffè lavorativa, dove ti fanno sentire mezza donna, se non hai ancora figli,  o madre snaturata, se ce li hai e li lasci al nido.
O ad ogni volta che sali sui mezzi, e vedi una signora con un panzone di 8 mesi fissare con desiderio quel posto che le è riservato per diritto da un adesivo...e occupato da un/a stronzo/a che finge ostentatamente di leggere il cellulare.
Ecco, il brutto è che c'è chi la considera una festa, e per di più commerciale.
E dovrebbe invece servire per ricordare, a tutti, che sono le donne che mandano avanti il mondo.
Non fosse altro che al mondo ti ci mettono.
E alla faccia di chi ci vuole male (tanti...anche tra le quote 'rosa')
TANTI AUGURI.


Commenti

  1. io è un giorno che odio... son sempre molto polemica al riguardo....

    RispondiElimina
  2. Anche io non lo festeggio e poi l'odore delle mimose mi fa stare male. Molto meglio la torta mimosa, quella mi piace

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

COSSSS’EEEEEEH???! - STORIA DI UNA GRAVIDANZA INASPETTATA

i gruppi di whatsapp

A quanti gruppi di whatsapp siete iscritti?
Attualmente sono a quota 7. Un paio li ho pure mollati per strada.
Nella fattispecie erano i gruppi più 'psyco', quelli dove si annida lo stalker della qwerty che ti manda il massaggio pure per dirti che sta andando in bagno e la carta igienica è ruvida.
Il gruppo di whatsapp è specchio della vita sociale che fai.
C'è il gruppo "Camera cafè" (del caffè coi colleghi)
"I Kattivoni " (per sparlare dei colleghi che prendono il caffè)
"Domenica e festivi" (per la vita familiare)
"I Maledets" (quelli che bevono l'aperitivo tra colleghi ma NON invitano tutti)
"Gli allegri compari di Sherwood" (che l'aperitivo lo offrono proprio a tutti)
...e via dicendo.
Ci sono quelli che ti fanno scoprire le persone. Tipo il gruppo "La casa della prateria", creato coi vicini di casa: con quello, ho scoperto che sono finita ad abitare in una comune hippie.
Ci sono quelli di autoaiuto. …

Essenzialmente usare gli oli essenziali è essenziale

Son grasse soddisfazioni sapere che un proprio post genera domande perché significa che può essere utile a qualcuno.
Quindi scrivo questo post su come uso gli oli essenziali...ma sappiate che lo scrivo dal punto di vista della cavia umana e non del guru !   Quindi se qualche navigante avesse suggerimenti di altri utilizzi me li lasci nei commenti , può essere utile .
Partiamo dal presupposto che, avendo due gatti e una catapecchia della peggior specie (problemi di umidità ,  legno troppo stagionato ecc) quando vivevo a Inculonia ho cominciato a usare detersivi il più possibilenaturali e fai da te. In primo luogo mi spiaceva che i gatti potessero entrare in contatto con detersivi pericolosi semplicemente camminando sul pavimento bagnato .  Poi avevo letto su ALTROCONSUMO che -se si pulisce ogni giorno - aceto ,  Marsiglia e bicarbonato sostituiscono egregiamente i detersivi commerciali. Insomma, con la casa cadente pulire ogni giorno era il minimo ! e una volta fatta l'abitudine , …