Passa ai contenuti principali

Col clero io sclero

La nuova Catapecchia è la casa dei miei sogni. Il mio castello da proletaria, voluto e sudato, con tanto di steccato davanti a casa, giardinetto minuscolo, fiori e panchine. Chiaramente rosa come la casa di Barbie. Ahhh, che soddisfazione.
Solo due, i difetti. I vicini a lato sinistro, detti Draco Malfoy e Barbie Stro..a (due psicopatici che – tanto per dirvi – sono due mesi che progettano di mettersi dei lastroni di marmo tipo pietra tombale nel loro giardinetto, e per far ciò ribaltano zolle, spargono diserbante…ammazzandomi anche le piante mie…). 
Ma soprattutto, i dirimpettai. Quelli del condominio Favelas.
Che poi, nonostante il nomignolo che abbiamo sono stranieri, magari non abituati a vivere in condominio a stretto contatto con altri. Eh no, sfatiamo subito il mito. Son gente di Stars Hollow da generazioni.
Sono semplicemente degli zotici e maleducati.
E ce l’hanno sbattuto in faccia fin da subito.
A suon di mozziconi lanciati dal balcone (abitudine abbandonata grazie a una ‘serenata’ cantata da mio papà sotto le finestre dei fumatori),
panni stesi sulle corde come nel Quartiere Sanità, tovaglie sbattute con tutte le briciole sul nostro prato condominiale, ma soprattutto monnezza che vola nel prato: cartoni della pizza, ma anche bottiglie di vetro vuote e lamette…
Un disastro degno di una denuncia!
La situazione era già pesante, ma il peggio è arrivato con il trasloco dell’uomo del Clero.
L’uomo del Clero è un Diacono, per chi non sapesse: sorta di prete sposato, un po’ attempato, che ha i nipotini abitanti proprio nel condominio Favelas. Ed ecco che li raggiunge traslocando in un appartamentino al pianterreno.
Ma ohibò, può pure far caldo: ed ecco che, senza chiedere parere alcuno, installa un bel motore di condizionatore ad altezza 20 cm da terra. SUL NOSTRO PRATO.
Segue lite con il loro amministratore, e la tragica scoperta: lì, e solo lì, la proprietà è delle Favelas, per soli 150 cm sul prato. Tanto che non hanno nemmeno ritenuto di recintare. Ecchepproblemacè? Recintatevelo voi: a vostre spese. No beh, grazie. 
Barbie Stro..a e Draco Malfoy sono contrari a comprare le siepi (no, loro i soldi per le spese condominiali non li vogliono spendere: li spendono solo per roba inutile tipo lastroni di marmo), ma vengono simpaticamente ignorati dopo la delibera dell’assemblea condominiale e si comprano le siepi che ora, un po’ sparute, isolano il perfido motore del condizionatore del Clero.
L’uomo del Clero però non si arrende. Per il tramite del nostro Amministratore chiede appuntamento per dirci che anche lui vuol mettere i fili per stendere i panni fuori dalla finestra: ecchè, gli altri delle Favelas possono e lui no?
NO, gli rispondiamo in coro. Si faccia una ragione: io le sue mutande stese non le voglio avere come vista dal salotto. Punto.
Già sulle questioni di sicurezza abbiamo sopportato fin troppo.
Ma l’uomo del Clero non si arrende: pazienta per un mese e poi taaaac, appare lo stendino dalla finestra. Con tutti i panni.
Ma allora cosa ce l’hai chiesto a fare, se poi vuoi lo stesso mettere quello che ti pare???
Porgi l’altra guancia non ha funzionato. Ora partiamo col nuovo detto: “Chi la fa l’aspetti”.
Mi sono accordata con la mia amica Iron Ass, che lavora in un consorzio agrario, perché mi procuri il concime organico in assoluto più puzzolente che esista: e poi lo spargerò sulle siepi sotto la sua finestra.
D’altro canto, le nostre povere siepi soffrono, e dobbiamo rimpolpare se non vogliamo più vedere stesi i mutandoni del Clero. E sono MOOOOOLTO spiacente se il suo bucato si impuzza…
Voi avete altri suggerimenti per una guerra efficace e silenziosa?

Commenti

  1. Attenzione che la prima guerra mondiale è esplosa proprio per beghe condominiali ;).

    Non ti fare il sangue amaro che tanto con questa gente non si può vincere.

    RispondiElimina
  2. Il punto è che ci devo almeno provare...nel dubbio ho scritto alla consulenza legale di Altroconsumo per sapere se si possa fare qualcosa almeno per l'immondizia che cade: se la bottiglia volante arriva in testa a un bambino lo ammazza! !! E anche trovarsi i coltelli nel prato, caduti dalle tovaglie sbattute fuori dalla finestra, è pericoloso!

    RispondiElimina
  3. complimenti per il post e per il blog, mi sono iscritta!
    Lifen

    RispondiElimina
  4. insomma, il principe di Scozia.. un par di palle! io un po' di miele sui fili lo lascerei cadere... chissà quante belle apine e formichine :D

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

COSSSS’EEEEEEH???! - STORIA DI UNA GRAVIDANZA INASPETTATA

i gruppi di whatsapp

A quanti gruppi di whatsapp siete iscritti?
Attualmente sono a quota 7. Un paio li ho pure mollati per strada.
Nella fattispecie erano i gruppi più 'psyco', quelli dove si annida lo stalker della qwerty che ti manda il massaggio pure per dirti che sta andando in bagno e la carta igienica è ruvida.
Il gruppo di whatsapp è specchio della vita sociale che fai.
C'è il gruppo "Camera cafè" (del caffè coi colleghi)
"I Kattivoni " (per sparlare dei colleghi che prendono il caffè)
"Domenica e festivi" (per la vita familiare)
"I Maledets" (quelli che bevono l'aperitivo tra colleghi ma NON invitano tutti)
"Gli allegri compari di Sherwood" (che l'aperitivo lo offrono proprio a tutti)
...e via dicendo.
Ci sono quelli che ti fanno scoprire le persone. Tipo il gruppo "La casa della prateria", creato coi vicini di casa: con quello, ho scoperto che sono finita ad abitare in una comune hippie.
Ci sono quelli di autoaiuto. …

Le pezze are back

Innanzitutto un applauso alla ministra Lorenzin.
No, perché obiettivamente è difficile,  difficilissimo far arrabbiare almeno 3 milioni di italiani ogni volta che si apre bocca: ma lei ce la fa ogni volta.
Striscia la notizia ha intervistato la nostra in merito alla campagna di Civati contro la tassazione degli assorbenti al 22%. La ministra ha giustamente dichiarato di appofappoggiare l'iniziativa,  Salvo poi sbrodolare con un : "mica si può tornare all'800 con le pezze di cotone".
I beg  your pardon?
CERTO, CERTISSIMO CHE SI PUÒ! E aggiungerei: si deve.
Come sapete per Pannolina uso pannolini lavabili. Ma durante il periodo del puerperio mi sono convinta e sono passata anche per me al lato lavabile del ciclo.
Diciamo che un'episiotomia fatta in modo agghiacciante e particolarmente dolorosa da rimarginare mi ha convinta a utilizzare 2 assorbenti lavabili che avevo comprato,  più per curiosità che per convinzione,  ad una fiera. La svolta!morbidi,  lisci, molto p…