distacco

Sì, ho latitato.
Avevo anche bisogno di riflettere su alcune situazioni, di assorbire alcune circostanze, di farmi diverse domande.
Tra le quali, se avesse un senso tenere un blog quando i feedback magari sono scarsi, chiedermi dove volessi andare a parare, quali fossero le cose che volevo affrontare.
La risposta è tuttora sì.
Sì,
voglio avere un blog in cui parlo delle mie passioni low cost.
sì,
voglio avere un blog dove esporre la mia filosofia di vita di semplicità.
Sì,
voglio continuare a scrivere delle piccole scoperte che mi aiutano a vivere meglio la vita.
Aiutare poche persone, che magari passano su questo blog per caso (e non tornano più), è importante.
Ma ancora più importante è portare avanti, almeno una volta a settimana, un progetto che io personalmente sento pieno di significato: cioè mostrare un modo di vivere un po’ fuori dalla massa, meno consumistico, dove abbia più spazio l’animo.
Welcome back!

Commenti

  1. Scrivo molto poco sul mio blog, per pigrizia. Ma è uno spazio che mi manca, lo scrivo soprattutto per me stessa, uno spazio più riservato e meno caciarone rispetto a facebook

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

i gruppi di whatsapp

Le pezze are back