Passa ai contenuti principali

Thank list delle feste

Da molto non scrivo una thank list...ma riguardare la galleria mi ha fatto pensare che ho davvero tanto di cui ringraziare.
Il primo Capodanno passato da solo noi, in famiglia...Mr T,  io , Pannolina, Miciosauro e Puzzolo. Ne sentivo il bisogno. Chiudere l'anno,  cominciare quello nuovo con la mia dolcissima famiglia ha avuto il sapore di casa, di noi, di festa e di nuovo inizi molto più dei vari trenini e Gigi D'Alessio. E brindare coi bicchieri di Parigi mi ha riportato a quel brindisi sotto la Tour Eiffel 8 anni fa, quando io e Mr T abbiamo deciso di sposarci.
Cuccioli con cui festeggiare. È stato il primo Natale di Pannolina,  innanzitutto questo. Ma è stato un Natale pieno di foto dei suoi amichetti: bimbi che scartano i regali, o travestiti da Elfi di Natale, o ...ancora a livello ecografie! Bimbi...che ti regalano la magia del Natale, che in fondo hai perduto da tempo. Ma guardare gli occhioni di Pannolina che si spalancano a contemplare le luminarie mi riporta a quanto magico sia il Natale, specie nel suo significato profondo. Quello di un Dio che si fa bambino per portarci la gioia.
Natale è creare. Ma qui già si pasticcia tutto l'anno, volete che a Natale non ci sbizzarrisca? E allora via, con la fascia copriorecchie per Nano grande, che ha cominciato il liceo artistico e prosegue lo studio della tromba...e per entrare meglio nel ruolo artistoide ora sfoggia un capoccione alla Giovanni Allevi che non entra nel cappello! Questa fascia un po' clochard gli è piaciuta! Ma anche cornici in legno grezzo coperte con la carta origami di Muji, e piccole decorazioni di legno per la porta, personalizzate col pirografo per la casa dei riceventi.  Ci siamo divertiti un mondo!
Il presepe mignon di casa. Negli anni ho cominciato ad amarlo e sentirlo mio, più dell'albero. Ogni anno acquista un piccolo pezzo: il cuore portato da Cherry Merry Muffin dai mercatini di Salisburgo, la lanterna che la zia di Lecce ci ha spedito per questo Natale. Ora è legato al ricordo speciale di averlo fatto con Pannolina in braccio. 
Passeggiare col mei tai sotto casa. Il mei tai lo adoro...mi ha dato la libertà di passeggiare,  io che la credevo perduta ad interim. Addio bastoncini nordic e natura...chissà quando ci ritroveremo-mi dicevo. Invece ho scoperto il mei tai,  dove Pannolina si sente coccolata e protetta, dove me la posso "indossare"...e via! Nulla ci vieta di fare un giro nei campi sotto casa dei suoceri ed entrare un po' per caso in una specie di presepe vivente! La tenerezza degli agnelli è sempre unica...basta allungare una carezza ad uno di loro per trovarsi circondati da pelosetti che chiedono dolcezza. Ringraziate il cielo che c'era il pastore...sennò me ne scippavo almeno due o tre.
E il vostro Natale? L'avete vissuto a fondo?

Commenti

  1. Scusami Dove hai comprato il Mei tai?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Amazon! Marca minizone. Mi trovo bene

      Elimina
  2. anche il mio natale è stato bello, con la famiglia e i nipotini, che rendono il natale più natalizio:) e capodanno io e vangogh da soli, nella casetta mignon:)

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

COSSSS’EEEEEEH???! - STORIA DI UNA GRAVIDANZA INASPETTATA

i gruppi di whatsapp

A quanti gruppi di whatsapp siete iscritti?
Attualmente sono a quota 7. Un paio li ho pure mollati per strada.
Nella fattispecie erano i gruppi più 'psyco', quelli dove si annida lo stalker della qwerty che ti manda il massaggio pure per dirti che sta andando in bagno e la carta igienica è ruvida.
Il gruppo di whatsapp è specchio della vita sociale che fai.
C'è il gruppo "Camera cafè" (del caffè coi colleghi)
"I Kattivoni " (per sparlare dei colleghi che prendono il caffè)
"Domenica e festivi" (per la vita familiare)
"I Maledets" (quelli che bevono l'aperitivo tra colleghi ma NON invitano tutti)
"Gli allegri compari di Sherwood" (che l'aperitivo lo offrono proprio a tutti)
...e via dicendo.
Ci sono quelli che ti fanno scoprire le persone. Tipo il gruppo "La casa della prateria", creato coi vicini di casa: con quello, ho scoperto che sono finita ad abitare in una comune hippie.
Ci sono quelli di autoaiuto. …

Essenzialmente usare gli oli essenziali è essenziale

Son grasse soddisfazioni sapere che un proprio post genera domande perché significa che può essere utile a qualcuno.
Quindi scrivo questo post su come uso gli oli essenziali...ma sappiate che lo scrivo dal punto di vista della cavia umana e non del guru !   Quindi se qualche navigante avesse suggerimenti di altri utilizzi me li lasci nei commenti , può essere utile .
Partiamo dal presupposto che, avendo due gatti e una catapecchia della peggior specie (problemi di umidità ,  legno troppo stagionato ecc) quando vivevo a Inculonia ho cominciato a usare detersivi il più possibilenaturali e fai da te. In primo luogo mi spiaceva che i gatti potessero entrare in contatto con detersivi pericolosi semplicemente camminando sul pavimento bagnato .  Poi avevo letto su ALTROCONSUMO che -se si pulisce ogni giorno - aceto ,  Marsiglia e bicarbonato sostituiscono egregiamente i detersivi commerciali. Insomma, con la casa cadente pulire ogni giorno era il minimo ! e una volta fatta l'abitudine , …