Passa ai contenuti principali

Lavabile o gettabile? Questo è il dilemma

Una delle voci che più incidono nel bilancio familiare, all’arrivo di un bimbo a casa, pare siano loro... Solo loro, inevitabilmente loro: i pannolini.
Chè già sono angustiata all’idea di dover cambiare tanta ca**a, tutta in una volta.
Un carico di cac*a che cadrà tutto sulle mie spalle, a giudicare di come va a casa nostra la pulizia della lettiera dei mici. Il pensiero che oltre alla profumazione mi investirà la rovina economica, rappresentata da pannolini che finiranno inevitabilmente in pattumiera… mi prende davvero male!
Sarà che la cac*a non è mai stimabile: e se un giorno la piccola fa fuori 8 pannolini? Il giorno dopo 5? …io non mi sento di augurare la stipsi alla povera Leopolda solo per non andare in rovina! Ma è vero anche che sono il tipo che fa il mutuo a tasso fisso “perché così so di che morte devo morire…”
Il pannolino lavabile è il tasso fisso del mondo del pannolino.
Laddove i pannolini da discount vanno via come il pane e gli usa e getta firmati crescono di prezzo, tu metti al pargolo con un bel lavabile…e hai delle certezze. Tipo un grosso secchio pieno di pannoli contaminati e bicarbonato + olio 31, dover fare spesso il carico della lavatrice e il fatto che non dovrai comprarne altri, oltre quella trentina.
Ma come orientarsi, in un universo sconosciuto alla maggior parte dei miei parenti? Perché diciamolo, il lavabile sta tornando di moda ora, con la crisi economica…mentre prima  pochissimi li usavano. Prima del 2008 non si faceva davvero fatica ad arrivare a fine mese…e i miei nipotini ad esempio si sono spannolinati prima.
I precursori del pannolino lavabile, stando a internet, sono i soliti decresciuti con il pantalone dei peruviani e la borsa di lana cotta. Fortuna che qualcuno lo conosco…
Il collega Freak è il mio Virgilio del mondo del pannolino lavabile, che generoso mi consiglia tutorial su Youtube (consiglio quelli di "Diario di una mamma") e mi impartisce lezioni dalla sua esperienza vissuta:
1) "…ti dicono che ne servono 30, in realtà io ne uso 10, 15 se il bambino ha la dissenteria. Oltre no, perché li lavi e li asciughi"
2) "Basta che l’imbottitura sia di pile…se di bambù è più delicata sulla pelle, ma poi ti tocca averli in giro una settimana ad asciugare e sei finita"
3) "... scegli il modello pocket, con una specie di tasca per l’imbottitura, e i bottoncini: lo regoli coi bottoncini sulla panza del bambino, all’inizio più stretto e via via più largo. Il fatto che puoi imbottirli a tuo piacimento aiuta di notte, se vuoi foderare il pargoletto un po’ di più contro pericolose fughe"
4)..." Ottima l’idea di mettere delle veline all’inizio: evitano che il malloppo, un po’ liquidino, scappi via facendo danni, e le puoi buttare nel water col frutto del peccato"
5) ...."Ci sono tante splendide aziende bio che ti spediscono in Italia, tipo…" (no, qui mi sono persa....)
Perchè lo confesso: ho preso appunti, però - dopo aver fatto qualche giretto online - ho deciso di fare un po’ anche di testa mia.
15 pannolini mi parevano un po’ pochini per esempio: così ne ho presi circa 20. Ho fatto conto che ciò che più si sporca e mette tempo ad asciugare sia la 'mutanda', quindi mi è sembrato giusto averne qualcuna in più per emergenza. L'imbottitura pare sia possibile anche farla da sè, con un po' di microfibra, ago e filo...e a me il cucito non spaventa!
La faccenda dell’azienda bio…per carità, non ho certo qualcosa contro: ma alla luce del fatto che A) la questione della fibra naturale mi è stata sconsigliata per la poca praticità nell'asciugatura e B) costano il triplo rispetto ad altri rivenditori…mi sono rivolta a Santo Amazon, e ho fatto svariate ricerche. E ben sapete che è prassi, dopo un po’ di ricerche mirate, vederti arrivare da Amazon sulla mail un’offerta che non puoi rifiutare…
(...l'altro volto di Amazon...)
 E infatti non rifiuto!
Ho già ricevuto il primo kit con imbottitura doppia (6 pannolini) e il kit di 8 pannolini senza imbottitura (costavano poco senza imbottitura, circa 2 euri ). Ho scelto dei colori neutri, sai mai che ci scappi – un giorno lontano lontano – un secondo bimbo, magari maschio? E se non arrivasse mai…beh, almeno sono più facili da piazzare nuovamente a parenti o amici in attesa di un bebè.
Devo dire che soprattutto i 6 pannolini  con imbottitura doppia mi hanno esaltato tantissimo! Sono morbidissimi e lisci all’interno, con dei bottoncini a pressione molto facili da agganciare. Sono coloratissimi!
(arrivano in busta, così! si vede la serie infinita di bottoncini regolabili?)
Verde acqua, arancio, giallo…anche mia suocera ha perso la testa quando li ha visti. Meglio, visto che qualche pannolino lo cambierà pure lei...
Anche l’imbottitura dà un senso ‘sostanzioso’ di sicurezza, a prima vista…vedremo.
I pannoli senza imbottitura sono tutti azzurri (delusione! Su Amazon c’erano altre fantasie molto più carine…ma non ho potuto selezionare e mi hanno mandato quello che avevano). Beh, azzurrino va bene anche per le bimbe, con una magliettina rosa poi fa proprio chic. Però come parvenza li vedo meno morbidi e rifiniti. Vedremo ... Comunque le recensioni su Amazon ne parlavano bene, incrocio le dita.
Mi sono già armata con 500 veline raccogli pupù e una sacchettina ‘ignifuga’ (ossia impermeabile e con cerniera) per trasportare i pannolini sporchi se siamo a spasso. Spero siano moooolto funzionali.
Per il tutto ho speso meno di 140 euro. Se fate conto che dei miei amici hanno speso questa cifra solo per i pannolini nei primi due mesi di vita del loro pargolo, mi sento ottimista.
Spero solo che al momento dell’uso si rivelino un buon affare…l’orso su cui ho fatto pratica di 'cambio pannolini' la cacca non la fa, per ora tocca fidarsi :/
(ho provato inizialmente col Miciosauro, ma chissà perchè non voleva prestarsi a prove...)

Commenti

  1. Povero Miciosauroooooooooo :D :D
    non ho ben capito come funziona questa cosa, cosa si lava esattamente e come, ma tanto per ora non mi interessa :(

    RispondiElimina
  2. A me sta cosa dei pannolini lavabili da una parte mi attira, dall'altra.. no! puoi mettere qualche link "dimostrativo"? che io c'ho già l'ansia!

    RispondiElimina
  3. Da quello che scrivi il tuo collega non ti ha suggerito proprio bene...se fai un salto nel mio blog dovrebbe esserci la mia mail, se ti va scrivimi così ti spiego un paio di cose :)
    Erika, prova a leggere nonsolociripa.it o cerca su facebook il gruppo Pannolini e supporti, trovi un sacco di info ;)

    RispondiElimina
  4. son proprio curiosa di leggere come saranno al lato pratico :)

    quando deve nascere la signorina?

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

COSSSS’EEEEEEH???! - STORIA DI UNA GRAVIDANZA INASPETTATA

i gruppi di whatsapp

A quanti gruppi di whatsapp siete iscritti?
Attualmente sono a quota 7. Un paio li ho pure mollati per strada.
Nella fattispecie erano i gruppi più 'psyco', quelli dove si annida lo stalker della qwerty che ti manda il massaggio pure per dirti che sta andando in bagno e la carta igienica è ruvida.
Il gruppo di whatsapp è specchio della vita sociale che fai.
C'è il gruppo "Camera cafè" (del caffè coi colleghi)
"I Kattivoni " (per sparlare dei colleghi che prendono il caffè)
"Domenica e festivi" (per la vita familiare)
"I Maledets" (quelli che bevono l'aperitivo tra colleghi ma NON invitano tutti)
"Gli allegri compari di Sherwood" (che l'aperitivo lo offrono proprio a tutti)
...e via dicendo.
Ci sono quelli che ti fanno scoprire le persone. Tipo il gruppo "La casa della prateria", creato coi vicini di casa: con quello, ho scoperto che sono finita ad abitare in una comune hippie.
Ci sono quelli di autoaiuto. …

Le pezze are back

Innanzitutto un applauso alla ministra Lorenzin.
No, perché obiettivamente è difficile,  difficilissimo far arrabbiare almeno 3 milioni di italiani ogni volta che si apre bocca: ma lei ce la fa ogni volta.
Striscia la notizia ha intervistato la nostra in merito alla campagna di Civati contro la tassazione degli assorbenti al 22%. La ministra ha giustamente dichiarato di appofappoggiare l'iniziativa,  Salvo poi sbrodolare con un : "mica si può tornare all'800 con le pezze di cotone".
I beg  your pardon?
CERTO, CERTISSIMO CHE SI PUÒ! E aggiungerei: si deve.
Come sapete per Pannolina uso pannolini lavabili. Ma durante il periodo del puerperio mi sono convinta e sono passata anche per me al lato lavabile del ciclo.
Diciamo che un'episiotomia fatta in modo agghiacciante e particolarmente dolorosa da rimarginare mi ha convinta a utilizzare 2 assorbenti lavabili che avevo comprato,  più per curiosità che per convinzione,  ad una fiera. La svolta!morbidi,  lisci, molto p…